Conto corrente: nuovi controlli per combattere l’evasione fiscale

Pubblicato da il 30/10/2012 in conto corrente - 3 Commenti

L’abolizione del segreto bancario rientra tra i provvedimenti introdotti dal Governo Monti per combattere l’evasione fiscale.

Da domani, 31 ottobre, tutti gli operatori finanziari  (inclusi istituti di credito, Poste Italiane, assicurazioni e società di gestione del risparmio) saranno obbligati a trasmettere tutte le informazioni e i dati contabili dei risparmiatori all’Agenzia delle Entrate (AE), come previsto dall’art. 11 del Decreto Salva Italia.

Oltre agli estratti conto, saranno condivisi anche i dati relativi:

  • alle cosiddette operazioni “fuori conto”, ossia transazioni di qualunque importo realizzate, presso gli sportelli bancari, da clienti occasionali  in quanto privi di un rapporto continuativo (conto corrente, deposito a risparmio, dossier titoli, ecc.). Tra queste: pagamento di bollette, acquisto di certificati di deposito o titoli analoghi per cassa, cambio di un assegno ricevuto da terzi, etc.;
  • all’acquisto di metalli preziosi o di prodotti finanziari;
  • alla gestione dei patrimoni.

In riferimento al conto corrente, i documenti che la banca invierà all’AE riguarderanno saldo iniziale, saldo finale e totale degli accrediti e degli addebiti, senza far pervenire tempestivamente alcuna comunicazione al cliente. Ogni incongruenza riscontrata farà scattare l’attività di controllo da parte dell’Agenzia.

Il provvedimento, che dal 2013 verrà effettuato con cadenza annuale ogni 31 marzo, aveva già provocato le proteste dei risparmiatori, preoccupati soprattutto per le possibili violazioni di privacy e sicurezza, costringendo il Garante a rigettare la prima bozza presentata dal Governo.

Rendimax banner

3 Commenti a "Conto corrente: nuovi controlli per combattere l’evasione fiscale"

  1. PANTALONE 09/11/2012 at 22:00 ·

    Per come stanno le cose il segreto bancario , puo’ diventare perfino controproducente. Se io spendo piu’ di quanto guadagno, il fisco sospetta che sono evasore. Ecco che io devo dimostrare di non esserlo, che ho del denaro gia’ tassato e non riciclato. Questo puo’ avvenire solo mostrando quanto ho in banca, con risparmi, eredita’, vincite o altri introiti leciti documentati

Trackbacks

  1. Aggiornamento conti correnti: rinviato l’avvio dell’anagrafe finanziaria | SalvaRisparmio
  2. Aggiornamento conti correnti: arriva l’ok del Garante | SalvaRisparmio

SCRIVI UN COMMENTO

Feed RSS