Conto corrente: uno su due è su Internet

Pubblicato da il 08/02/2012 in conto corrente -

Il conto corrente più adatto alle necessità degli italiani è quello online: è questo in sintesi il quadro emerso del rapporto “La multicanalità delle banche” commissionato dall’Associazione Bancaria Italiana. Ad oggi infatti, su un totale di circa 18 milioni di conti attivi nel nostro Paese, il 55% di questi sono abilitati ad un utilizzo diverso da quello tradizionale legato allo sportello.

Vediamo in sintesi i dati emersi dalla ricerca:

  • sono 17,3 milioni i rapporti bancari abilitati ai servizi Internet, il 12% in più rispetto al 2009. Di questi ben 10,7 milioni sono esclusivamente online;
  • ogni conto online ha una media di 1,5 accessi alla settimana, con un totale annuo di circa 64. Le informazioni più ricercate su Internet sono: la consultazione del saldo, i bonifici, le ricariche cellulari e la ricarica della carta di pagamento prepagata;
  • i rapporti abilitati al “Phone Banking” sono 11 milioni, il 31% del totale. I contatti ricevuti da questa “Banca telefonica” sono stati circa 47 milioni, di cui 27,5 milioni dedicati alle informazioni sullo strumento di deposito e 12,8 milioni per l’attività di trading;
  • attraverso il canale telefonico sono stati disposti 2,5 milioni di bonifici, 1,5 milioni ricariche telefoniche, oltre 600 mila ricariche di carte prepagate e 1,2 milioni di operazioni di borsa;
  • l’evoluzione della tecnologia ha ottenuto un buon riscontro anche nel settore del credito. Il cosiddetto “Mobile Banking” infatti, ha dato la possibilità ai correntisti della banca di accedere in mobilità alla propria area riservata attraverso applicazioni dedicate per smartphone.

La conseguenza di questa ricerca ha una valenza strategica: quanto più sarà il peso che gli Istituti di Credito sapranno concedere alle politiche orientate allo sviluppo del Web e tanto più elevata sarà la soddisfazione dei propri clienti.

Rendimax banner

SCRIVI UN COMMENTO

Feed RSS