Meglio il conto corrente o il conto deposito?

Pubblicato da il 02/09/2013 in conto corrente -
conto corrente conto deposito

Questa è una domanda che un risparmiatore potrebbe porsi quando deve scegliere lo  strumento di risparmio.

Premesso che non esiste probabilmente la soluzione migliore in assoluto e che la scelta dipende dalle esigenze e necessità di ciascuno, vediamo cosa hanno in comune e quali sono le prinicipali caratteristiche del conto corrente e conto deposito.

 

Conto corrente:

  • adesione al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi (FITD) che garantisce, per depositante e per banca, sino ad un massimo di 100 mila euro;
  • possibilità di ricevere ed inviare bonifici anche ad altri conti correnti e deposito;
  • ampia gamma di servizi a disposizione (ad esempio pagamento bollettini, RID, Telepass, ricariche telefoniche, etc.);
  • possibilità di richiedere carte di pagamento;
  • sprattutto il conto corrente online permette di ridurre i costi rispetto alla versione “tradizionale”.

 Conto deposito:

  • è coperto dal FITD;
  • la maggior parte delle offerte è a zero spese o comunque costi contenuti, in particolar modo per il conto deposito online;
  • prevede il “dialogo” solo con i conti indicati come predefiniti aumentando la sicurezza nelle operazioni;
  • alcune banche offrono una carta di pagamento;
  • nella versione somme a scadenza, il rendimento può anche superare il 3% annuo lordo.

Sempre più istituti prevedono l’operatività tramite home banking il che, oltre ad evitare o ridurre alcune voci di spesa, permette di risparmiare tempo senza doversi recare fisicamente allo sportello. Un’altra voce da non trascurare è l’imposta di bollo, ed in merito alcune banche hanno deciso di farsene carico.

Ricordiamo infine che è sempre bene leggere attentamente i fogli informativi per verificare le caratteristiche e tutte le condizioni applicate.

Rendimax banner

SCRIVI UN COMMENTO

*

Feed RSS