Nel 2014 il conto corrente sarà europeo

Pubblicato da il 08/10/2012 in conto corrente -

Una recente indagine della BCE sui sistemi di pagamento utilizzati nei diversi Stati europei ha rilevato che le spese derivanti dall’utilizzo di standard non omogenei sono  pari, all’incirca, all’1% del PIL dei Paesi dell’eurozona.

Per risparmiare tali costi, l’Europarlamento ha stabilito che gli attuali sistemi nazionali di bonifico e addebito diretto dovranno essere chiusi e sostituiti da un sistema unico utilizzato da tutti i 27 Paesi membri dell’Unione Europea, nonché da Islanda, Norvegia, Liechtenstein, Svizzera e Principato di Monaco.

Il termine ultimo entro il quale realizzare la migrazione è stato fissato per il 1° febbraio 2014.

Grazie al nuovo sistema, i cittadini potranno utilizzare un solo conto corrente per effettuare e ricevere pagamenti in euro da e verso tutti i Paesi Sepa (area unica dei pagamenti in euro), alle stesse condizioni di base previste per i pagamenti nazionali.

I vantaggi per risparmiatori e aziende (incluse le PMI) riguarderanno:

  • una semplificazione del sistema internazionale di pagamento;
  • maggiore sicurezza ed efficienza nei servizi offerti;
  • una più ampia concorrenza tra gli operatori del settore a livello europeo. 
Rendimax banner

SCRIVI UN COMMENTO

Feed RSS