Come risparmiare sino a 180 euro sul conto corrente

Pubblicato da il 16/09/2013 in conto corrente -

Risparmiare sul conto corrente è possibile: questo è quanto emerge da una ricerca dell’Antitrust che sottolinea che ci sono margini di riduzione dei costi di questo strumento.

Ma come risparmiare sino a 180 euro? Una strada potrebbe essere quella di cambiare conto. Si registra infatti una certa “immobilità” del risparmiatore italiano, che per molti anni mantiene lo stesso prodotto. Questo favorito dal fatto che oltre al metà dei correntisti (55%) si affida alle prime tre banche italiane, arrivando sino al 70% se si raddoppia il numero di istituti considerati.

Ci sono poi degli ostacoli per la chiusura di un conto, anche se di una stessa banca, dovuti ai tempi che non sono solitamente molto brevi, e che si allungano nel caso si abbia una carta di credito o Telepass.

Una soluzione più economica rispetto alla forma tradizionale è il conto corrente online che può permettere un risparmio anche del 30%.

L’Antitrust ha svolto la ricerca su circa 14.500 sportelli di 52 banche e 180 euro corrisponde alla differenza di costo per lo stesso prodotto offerto da Istituti diversi.

Quello che l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato sottolinea inoltre è che negli ultimi anni (2007/2012) “una sostanziale riduzione dei prezzi allo sportello si è verificata esclusivamente per i giovani (-19%) mentre una discesa meno rilevante si è registrata per le famiglie e i pensionati con operatività minore (-2,8% e -3,6%).”

L’Abi ha commentato i risultati di questa ricerca dichiarando che “nel corso degli ultimi anni il prezzo del conto corrente in Italia ha registrato una progressiva riduzione, attestandosi su una media di circa 100 euro”.

Come siamo soliti scrivere, prima di sottoscrivere un contratto è sempre bene informarsi e leggere attentamente il foglio informativo e tutta la documentazione a disposizione per conoscere esattamente le condizioni dello strumento prescelto.

Rendimax banner

SCRIVI UN COMMENTO

Feed RSS