Anziani digitali: il risparmio si cerca online

Pubblicato da il 15/12/2014 in conto deposito, risparmio -

Si parla spesso di nativi digitali, ovvero della generazione nata dopo il 1985 e cresciuta a suon di computer, telefoni cellulari e internet. Alcuni dati dimostrano, però, che anche le persone nate ben prima degli anni Ottanta stanno acquisendo particolare dimestichezza con le tecnologie web: sono i cosiddetti anziani digitali.

Nel giugno scorso comScore ha reso noto che ammontano a 5,1 milioni gli utenti di Internet con più di 55 anni, pari al 15% del totale dei navigatori. L’86% usa social network e blog; di questi, 3,6 milioni sono su Facebook e 600 mila su Twitter. Inoltre, il 55%, cioè 8,5 milioni di persone, possiede uno smartphone, contro oltre il 70% degli utenti complessivi mobile cha hanno più di 13 anni (circa 34 milioni).

Secondo il sito SuperMoney.eu, la ricerca del risparmio è uno degli elementi che spinge gli over 55 ad usare la rete: cresce infatti il numero di chi, in questa fascia d’età, opera un confronto tra i costi di prodotti bancari, assicurativi e utenze. Il sito rende noto che quasi il 24% di coloro che hanno operato su SuperMoney nei primi dieci mesi del 2014 ha superato i 55 anni. Questi anziani digitali si informano soprattutto in merito a settori quali telefonia, energia e conti deposito; gli utenti interessati a questi ambiti sono aumentati rispettivamente del 5,5%, quasi del 4,5% e del 2,5%. Con riferimento ai prodotti bancari, il 24,5% degli utenti alla ricerca di informazioni su un conto deposito si colloca nella fascia 55-74 anni, il 2% ha superato i 75 anni.

Rendimax banner

SCRIVI UN COMMENTO

Feed RSS