Conto deposito: differenze tra libero e a scadenza

Pubblicato da il 13/05/2013 in conto deposito -
conto-deposito-libero-vincolato

Nel 2013 sono aumentati i conti deposito attivati rispetto lo scorso anno. Il Rapporto ABI ha evidenziato un aumento d’interesse verso questo strumento di risparmio, che ha consolidato in questi anni la sua funzione di risorsa per il risparmiatore.

Il conto deposito consente spostamenti di denaro in entrata e in uscita ed operazioni più limitate rispetto ad un conto corrente tradizionale. E’ necessario abbinarlo ad un conto di appoggio e può essere libero o a scadenza. Vediamo quali sono le differenze tra queste due tipologie.

  • Libero: permette al risparmiatore di accedere immediatamente alla somma di denaro depositata ottenendo, in alcuni casi, un buon rendimento. Questa soluzione è indicata per il cliente che può aver bisogno in qualsiasi momento delle somme presenti sul proprio conto.
  • A scadenza: il denaro depositato è solitamente disponibile soltanto alla scadenza stabilita. La durata del vincolo viene stipulata con la banca ad inizio contratto, in genere può variare da un mese a due anni. Alcuni conti deposito vincolati offrono rendimenti con interessi più elevati prevedendo che i soldi depositati non siano ritirati sino al termine del vincolo. In alcuni casi però, se ritirati prima del tempo stabilito, può esserci una perdita dell’interesse.

Considerando i rendimenti effettivi dei migliori prodotti sul mercato, si osserva una differenza che si aggira intorno al 2% fra deposito a risparmio libero e vincolato a dodici mesi.  Differenza che cresce ulteriormente scegliendo vincoli di durata superiore, fino a ventiquattro mesi.

Decidere di destinare a scadenza il proprio denaro per un periodo troppo lungo può essere poco interessante per alcuni risparmiatori che hanno spesso bisogno di liquidità, per altri invece potrebbe rappresentare una sicurezza nei momenti di incertezza finanziaria.

Per scegliere il conto deposito e la soluzione più adatti, è bene consultare un operatore specializzato e di fiducia, verificare sempre il tasso d’interesse, osservare con attenzione come viene calcolato e quando viene pagato l’interesse e consultare il foglio informativo.

Rendimax banner

SCRIVI UN COMMENTO

*

Feed RSS