Conto deposito e sicurezza

Pubblicato da il 15/07/2016 in conto deposito -
sicurezza

Perchè si utilizza un prodotto di risparmio? Sicuramente per remunerare le proprie somme, ma al contempo per tutelarle. La sicurezza si rivela quindi un fattore fondamentale quando si sceglie un prodotto rispetto ad un altro. Con sicurezza non intendiamo la garanzia di non dilapidare il proprio capitale (rischio che fa parte di molti prodotti quali azioni, derivati, ecc), quanto la certezza che il proprio risparmio sia al sicuro rispetto a vicende non attinenti al normale funzionamento del prodotto (truffe, fallimento del soggetto promotore, rispetto delle norme contrattuali, ecc). In questo articolo parliamo di sicurezza applicata al conto deposito, strumento scelto da molti italiani in quanto, anche in un contesto in cui i tassi offerti dal mercato sono molto bassi, riesce ancora ad offrire una buona remunerazione con un rischio molto basso.

I depositanti (titolari di conto deposito) sono gli ultimi, assieme ai correntisti, ad essere chiamati in causa in caso di bail in: ciò significa che, qualora la banca non riuscisse a far fronte ad un improvviso crack, prima che vengano intaccati i risparmi di conti deposito e correnti, risponderanno azionisti ed obbligazionisti. Inoltre, i depositi fino a 100 mila euro sono garantiti dal Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi (FITD), che interviene in caso di bail in al posto di depositanti e correntisti. Pertanto chi sceglie questo strumento di risparmio può dormire sonni tranquilli: è sufficiente depositare una cifra e lasciarla “maturare” fino al momento in cui ne avremo bisogno. Per una sicurezza maggiore, è comunque consigliabile affidarsi a prodotti emessi da Istituti di Credito caratterizzati da una buona solidità: essa si può determinare attraverso il Cet1 ratio, indice che obbligatoriamente è riportato sui risultati finanziari. Quanto più esso è elevato, tanto più la banca sarà solida.

Abbiamo detto prima che sicurezza significa anche protezione da eventuali frodi. Molti conti deposito sono proposti online ma ciò non significa che essi non siano sicuri: oltre ad utilizzare protocolli di sicurezza che “blindano” le posizioni dei clienti, i bonifici in uscita dal conto deposito possono essere fatti solo verso un conto predefinito intestato al titolare del conto deposito. Quindi, anche laddove un malintenzionato riuscisse ad accedere al conto, non potrebbe disporre un bonifico a suo favore. Inoltre molti conti possono contare su una app che consente di monitorare la propria posizione ovunque ci si trovi e di un servizio di messaggistica che avverte il cliente di ogni movimento che avviene sul conto.

Rendimax banner

SCRIVI UN COMMENTO

Feed RSS