Il mattone è ancora un buon rifugio per il risparmio?

Pubblicato da il 20/06/2012 in conto deposito - 2 Commenti
casa

La crisi e le tasse hanno certamente messo in discussione molte scelte di risparmio un tempo considerate sicure, come quella di investire nel mattone. In un precedente articolo avevamo appunto sottolineato come il mercato immobiliare avesse sviluppato una certa volatilità da cui, in passato, era pressoché immune.

I dati pubblicati oggi dai principali quotidiani sembrano confermare questo andamento: se nella seconda metà del 2011 le transazioni immobiliari erano riprese, il primo trimestre del 2012 ha registrato nuovamente la diminuzione delle compravendite (-17,8%).

Non è facile rispondere a chi  si chiede se sia un buon momento per comprare, visto che la flessione dei prezzi risulta piuttosto lenta.

Per investire il proprio denaro in sicurezza, un’alternativa interessante in termini di rendimento resta il conto deposito, strumento finanziario garantito dal FITD, con il quale attualmente è possibile ottenere un tasso d’interesse anche oltre il 3,4% netto in un anno. Inoltre questo tipo di investimento è assai più flessibile di quello immobiliare, offrendo la possibilità di riscattare la somma investita in tempi brevi.

In generale, i fattori da considerare per scegliere la forma di impiego più conveniente sono diversi: dal capitale disponibile, all’orizzonte temporale, alla tassazione. Resta comunque sempre valida la regola di diversificare il più possibile il proprio portafoglio, affidandosi magari ad un consulente esperto e di fiducia.

Rendimax banner

2 Commenti a "Il mattone è ancora un buon rifugio per il risparmio?"

Trackbacks

  1. Come risparmiare con conti deposito e conti corrente | SalvaRisparmio
  2. Un libro salva…risparmio! | SalvaRisparmio

SCRIVI UN COMMENTO

*

Feed RSS