Risparmio: conto deposito e Titoli di Stato a confronto

Pubblicato da il 09/05/2014 in conto deposito -

È meglio il conto deposito o i Titoli di Stato? Considerando la situazione finanziaria attuale e le ultime novità normative, confrontiamo il rendimento dei due strumenti.

Titoli di Stato come BOT o BTP hanno raggiunto il loro minimo storico. Il BTP decennale, per esempio, ha un tasso di interesse inferiore al 3%, mentre il BOT a 12 mesi emesso ad aprile scorso ha un rendimento lordo composto inferiore allo 0,6%. Considerando invece un conto deposito della durata di un anno, nella soluzione a scadenza e nelle migliori delle offerte, propone un tasso maggiore al 2% lordo, che supera il 2,50% nel caso dei 24 mesi.

Punto a favore però dei Titoli di Stato è la tassazione pari al 12,50%. Sul conto deposito, invece, dal 1° luglio passerà dal 20% al 26%, salvo eventuali modifiche all’attuale Decreto Legge.

Confrontando i due strumenti nel loro complesso, nonostante l’aumento della tassazione, il conto deposito prevede un guadagno maggiore.

Nella scelta della tipologia di soluzione, è sempre bene optare per la soluzione che risponde maggiormente alle proprie esigenze, differenziando il più possibile il proprio portafoglio e rivolgersi ad un consulente preparato e di fiducia.

Rendimax banner

SCRIVI UN COMMENTO

Feed RSS