Risparmio: le famiglie italiane scelgono la prudenza

Pubblicato da il 13/04/2012 in conto deposito - 4 Commenti
maialino risparmio

Per gestire il proprio denaro in tempo di crisi, le famiglie italiane scelgono strumenti finanziari sicuri, semplici e a basso costo: è quanto emerso durante l’annuale convegno ABI dedicato alla relazione banca-cliente (Roma, 12 e 13 aprile 2012).

Come abbiamo già ricordato nel post dedicato ai mutui in tempo di crisi, sempre più spesso la riduzione dei redditi e l’aumento del carovita pesano negativamente sulla capacità di molte famiglie di pagare regolarmente le rate del mutuo e risparmiare.

Per rispondere a questa situazione, banche e associazioni dei consumatori hanno siglato un Piano Famiglie al fine di sostenerne il potere d’acquisto, anche attraverso la sospensione delle rate del mutuo per le persone più in difficoltà. Secondo i dati più recenti relativi al 2012, sono oltre 60.000 i mutui sospesi, per un totale di circa 7,3 miliardi di debito residuo.

I risparmiatori, dal canto loro, stanno rivedendo le scelte d’investimento verso prodotti finanziari più semplici, sicuri ed agilmente liquidabili (conti deposito e obbligazioni in testa) e facendo sempre più ricorso ai servizi di online banking anche per la compravendita di titoli. Oggi circa il 40% dei clienti bancari opera via web, con un incremento del 17% solo nell’ultimo anno, anche grazie ad un maggiore ricorso a tale strumento da parte delle classi di età più elevate (over 50).

Per incentivare ulteriormente il processo di digitalizzazione del Paese, le banche hanno investito circa 23 miliardi di euro in 5 anni in innovazione tecnologica, dedicando buona parte di tali risorse allo sviluppo di nuovi canali di contatto con la clientela, nonché ad iniziative di “educazione digitale” volte a favorire il più possibile l’uso delle nuove tecnologie.

Rendimax banner

SCRIVI UN COMMENTO

*

Feed RSS