Strumenti di risparmio, cosa scegliere?

Pubblicato da il 10/09/2015 in conto deposito -

Dove mettere al sicuro i propri soldi? Gli esperti sono concordi nel ritenere che attualmente gli strumenti di risparmio più sicuri sono il deposito in conto corrente e il conto deposito. I nomi sembrano simili ma le differenze in termini di rendimenti sono sostanziali.

Il conto corrente permette all’intestatario una gestione giornaliera dei propri risparmi attraverso versamenti e prelievi, che possono essere effettuati anche on line. Il rendimento annuo di questo strumento varia in base alla tipologia di soluzione offerta da ogni istituto di credito.

Ogni conto corrente possiede un numero che lo identifica, un Iban, il codice internazionale per i pagamenti verso estero e per quelli nazionali, un Abi, il codice della banca di riferimento, il Cab, per individuare l’agenzia che gestisce il conto.

Il conto deposito, invece, è un conto con un rendimento più alto e una spinta ideale a conservare la somma versata, a lasciarla depositata. Tendenzialmente caratterizzato da interessi maggiori, esso di solito si appoggia a un conto corrente attraverso il quale vengono effettuati i versamenti.

Ancora più interessante è la soluzione del conto deposito vincolato. In questo caso il risparmiatore si impegna a non toccare il suo risparmio per un determinato periodo di tempo, di solito dai 3 ai  5 anni. Una condotta virtuosa che viene premiata da interessi che variano in base alle soluzioni proposte da ogni singolo istituto di credito.

Alcuni istituti offrono formule davvero originali per questo tipo di strumento e permettono ai risparmiatori di aprire in pochi semplici passaggi il conto deposito libero o vincolato.

Nella scelta dello strumento di risparmio più adatto, è sempre bene optare per la soluzione che risponde maggiormente alle proprie esigenze, informandosi confrontando le diverse proposte e, qualora ci sia la possibilità, rivolgendosi ad un consulente preparato.

Rendimax banner

SCRIVI UN COMMENTO

Feed RSS