Tasso BTP in calo: il Conto deposito diventa sempre più competitivo

Pubblicato da il 07/02/2012 in conto deposito -

Le difficoltà della Grecia nel contesto internazionale stanno creando tensioni tra i Paesi europei. L’incertezza dovuta alla possibilità di default del Paese ellenico non ha comunque destabilizzato la situazione italiana. Lo spread tra i titoli italiani e quelli tedeschi, che ultimamente è stato considerato un indicatore della nostra stabilità economica, non risente della crisi ed il tasso dei Titoli di Stato decennali BTP è sceso ulteriormente attestandosi ad un rendimento pari al 5,62%. Ciò significa che l’interesse offerto dai BTP non è più così competitivo rispetto agli altri strumenti di risparmio.

Un Conto deposito a scadenza con liquidazione degli interessi posticipati infatti riesce ad offrire un tasso di rendimento di mezzo punto percentuale più basso, ma per un periodo di investimento minore. I Pronti Contro Termine e i BOT invece, nonostante una durata simile, non garantiscono gli stessi risultati.

Vediamo qualche proposta commerciale:

  • rendimax di Banca IFIS offre, per i propri depositi biennali, il 5,10% lordo con liquidazione degli interessi posticipata;
  • ContoSu IBL concede il 4,50% lordo su  scadenze di 24 mesi e non è possibile prelevare in anticipo le somme depositate;
  • WeBank garantisce un tasso lordo promozionale del 4,50%  per i vincolati attivati entro il 15 aprile 2012;
  • IWPower Sei+Sei+Sei, grazie alla promozione valida fino al 29 febbraio, prevede un rendimento del 4,20% per i primi sei mesi, che sale al 4,40% per i successivi sei e al 4,45% per chi mantiene la somma per 18 mesi. L’interesse medio annuo è pari al 4,30%.
Viste le attuali condizioni di mercato, il confronto tra i Titoli di Stato e i Conti deposito non può essere valutato solo come una comparazione tra i tassi, ma è importante prendere in considerazione anche il periodo dell’investimento.

 

Note:
Lo spread è un indicatore economico che definisce la differenza tra il rendimento di Titoli di Stato di due Paesi. Solitamente è riferito alla variazione in punti base tra i BTP italiani e i Bund tedeschi.

 

Rendimax banner

SCRIVI UN COMMENTO

Feed RSS