Catalogna ed indipendenza: quali impatti sul mercato?

Pubblicato da il 17/10/2017 in news -

Come già per la Brexit, anche la “crisi” generata dalla volontà di indipendenza della Catalogna ha generato e potrebbe continuare a generare delle evidenti conseguenze non solo a livello geo-politico ma anche economico.

Gli eventi delle ultime settimane in Spagna, relativi al referendum per l’indipendenza della Catalogna, hanno infatti aperto alcuni possibili rischi, contribuendo a segnare in maniera negativa la zona sicuramente più ricca di tutta la Spagna e, indubbiamente, anche tra le più ricche di tutta Europa. Un clima di incertezza quindi che, come molti di voi sapranno, genera “squilibri” a livello di mercati azionari internazionali, non solo spagnoli.

Qual è stata la prima reazione dei mercati relativamente alle volontà di indipendenza in Catalogna?

Subito dopo il voto del referendum per così dire “vietato”, il quale avrebbe sancito le volontà già note dei cittadini catalani di raggiungere l’indipendenza dalla Spagna, le autorità hanno richiesto l’intervento europeo. tale intervento però sembra tardare ad arrivare, specialmente per la questione dell’indipendenza in Catalogna pare voler essere lasciata alla Spagna stessa e quindi alla risoluzione interna.

Al di là della questione politica quindi, come descritto poco sopra, rimane comunque la questione legata ai mercati e alla situazione di incertezza che gravita intorno alla possibile indipendenza catalana. Infatti, al generarsi di tale incertezza, il rialzo nei rendimenti dei bond spagnoli e il ribasso della Borsa di Madrid divengono quasi scontati; un andamento che però va in controtendenza rispetto a quanto succede nelle altre piazze finanziarie europee. Per il momento, non c’è nulla di certo né di definito ma è chiaro che gli esperti del settore stanno monitorando tale situazione proprio per capire che possibile piega prenderà questa situazione e che risvolti concreti avrà a livello di mercati europei quanto internazionali.

Seguendo, ad esempio, lo scenario riportato dagli analisti di Credit Agricole, l’indipendenza della Catalogna potrebbe costringere Madrid a sospendere l’autonomia con il rischio poi di ripercussioni sulla popolazione catalana e quindi il verificarsi di ulteriori scontri. Questa potrebbe essere una seconda situazione di incertezza, o meglio, una crisi che potrebbe quindi “rendere vulnerabile” l’euro. Al momento, questa paura pare essere scongiurata a seguito della dichiarazione di “sospensione” dell’indipendenza promossa dal Presidente della Catalogna Puigdemont.

La volontà di indipendenza e la reazione delle Banche in fuga dalla Catalogna

Non solo una situazione che porta delle conseguenze in ambito di mercati europei ma anche a livello di investimenti e che, da qualche giorno, stanno spingendo le aziende e le istituzioni finanziarie a spostare la loro sede legale al di fuori della Catalogna, abbandonando quindi Barcellona. Parliamo di realtà come Eurona Wireless Telecom, Dogi International Fabrices, biotech Oryzon Genomics e banche come CaixaBank o Banco Sabadell.

Ovviamente a destare preoccupazione non è tanto la quantità di istituti che hanno preso questa decisione più che repentina ma, più che altro, l’importanza di tali aziende. Prendiamo ad esempio CaixaBank: si tratta del terzo istituto di credito spagnolo per valore di mercato.  Oppure, Seat, marchio automobilistico sotto il gruppo Volkswagen, che sembra essere anch’esso in procinto di prendere la stessa decisione di trasferirsi. A farsi quindi largo nelle aziende e negli istituti di credito, il timore di rimanere in una sorta di limbo economico che potrebbe rimanere esclusa da accordi e trattati internazionali. Un problema che frenerebbe di molto di affari e anche l’economia della Catalogna stessa. Per quanto invece riguarda le banche, ovviamente, il problema è diverso e riguarda maggiormente problemi di liquidità causati dall’estromissione dalla Banca centrale europea (Bce), conseguenza dovuta dopo l’indipendenza. Un quadro che si completa parlando di politica monetaria unica e che sarebbe compromessa che l’indipendenza della Catalogna venisse effettivamente confermata.

Rendimax banner

SCRIVI UN COMMENTO

Feed RSS