Ecobonus e detrazione ristrutturazioni: proroga 2016

Pubblicato da il 19/10/2015 in news -

La manutenzione della casa rappresenta una spesa spesso necessaria per molte famiglie e  può capitare che le somme accantonate in un conto deposito o in una altro strumento di risparmio vengano destinate ad interventi di miglioramento energetico o strutturale; nel 2015, chi ha realizzato questo tipo di interventi ha potuto salvaguardare in parte il proprio risparmio beneficiando di detrazioni fiscali del 65%, nel primo caso, o del 50%, nel secondo.

Si potrà però godere di tali benefici fiscali anche nel 2016: la nuova legge di Stabilità, approvata il 15 ottobre scorso dal Consiglio dei Ministri, ha confermato i bonus edilizi per tutto il prossimo anno; il risparmio fiscale per la riqualificazione energetica degli edifici e per le ristrutturazioni rimane rispettivamente al 65% e al 50% fino al 31 dicembre 2016, per poi calare al 36% dal 1 giorno dell’anno 2017; l’importo speso si può detrarre dalle tasse nell’arco di 10 anni.

Ristrutturazioni

La legge di Stabilità varia la scadenza, ovvero il prolungamento per tutto il 2016 della detrazione IRPEF dell 50%, mentre non cambiano il limite di spesa (96.000 euro) e le opere ammesse alla detrazione, cioè quelle di manutenzione straordinaria o superiore; si possono detrarre le i lavori di manutenzione ordinaria solo se si riferiscono alle parti comuni dei condomini.

Ecobonus

Prolungata la scadenza al 31 dicembre 2016, rimangono invariati anche in questo caso i lavori da includere nel credito d’imposta, elencati di seguito:

  • riqualificazione energetica globale;
  • interventi sugli involucri, infissi compresi;
  • sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale nonché l’acquisto e posa in opera di impianti dotati di generatori di calore a biomasse;
  • installazione di pannelli solari;
  • acquisto e posa in opera di schermature solari;
  • opere di adeguamento antisismico della prima casa.

Non variano neanche gli importi massimi detraibili: 153.846 euro per la riqualificazione energetica complessiva dell’edificio, 92.307,69 euro per gli interventi sull’involucro e per l’installazione dei pannelli solari e 46.153,85 euro per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale, 96.000 euro per gli interventi antisismici.

Rendimax banner

SCRIVI UN COMMENTO

Feed RSS