La BCE mantiene i tassi all’1%

Pubblicato da il 07/06/2012 in news - 1 Commento

Il Presidente della BCE Mario Draghi

Ieri la BCE ha deciso di non applicare nessun taglio ai tassi d’interesse dell’Eurozona (già, per altro, al loro minimo storico), smentendo di fatto le voci dei giorni scorsi che avevano dato questa eventualità come molto probabile. In compenso, ha garantito il proseguimento delle operazioni di rifinanziamento alle banche (Ltro),  almeno fino la 15 gennaio 2013.

Tale decisione, presa a larga maggioranza e non all’unanimità, trova giustificazione anche nell’andamento dell’inflazione (i cui valori attesi superano la soglia del 2% per il resto dell’anno, a fronte di una stima di crescita del pil tra -0,5% e +0,3%), che la BCE ha valutato in linea con i suoi obiettivi di medio termine.

In conferenza stampa, il Presidente Mario Draghi ha inoltre dichiarato che “Anche Paesi al di fuori dell’Europa hanno problemi e squilibri irrisolti”, rispondendo alle critiche mosse alle politiche economiche dell’Ue dal presidente americano Barack Obama.

Intanto, il governo Rajoy ha ufficialmente chiesto l’intervento dell’Unione Europea per risolvere la crisi del settore bancario spagnolo.

Le azioni della BCE sono state recepite in maniera positiva dai mercati che hanno registrato un rialzo generale degli indici di borsa europei.

Rendimax banner

1 Commento a "La BCE mantiene i tassi all’1%"

Trackbacks

  1. Nothing found for Risparmio Gli-effetti-delle-scelte-bce-su-risparmio-e-investimenti_2715

SCRIVI UN COMMENTO

Feed RSS