L’e-commerce cresce e piace per risparmiare

Pubblicato da il 22/04/2015 in news, risparmio -

Il 21 aprile si è tenuto a Milano l’E-commerce Forum, promosso dal Consorzio Netcomm e giunto alla decima edizione. L’evento ha confermato il trend positivo del commercio elettronico in Italia: nel 2015 avrà un incremento del 15% e il valore complessivo toccherà i 15 miliardi di euro; si conferma anche il ruolo rilevante del mobile per lo shopping online: gli acquisti tramite smartphone stanno aumentando ulteriormente nel 2015 (la percentuale è del 68%) e sono cresciute del 78% nel 2014; si pensi che nel 2013 il valore di questo ambito era di 610 milioni di euro mentre ammonta ad 1,8 miliardi nel 2015.

Ma quali sono i motivi del successo dell’e-commerce?

Da questo punto di vista, è interessante considerare una ricerca resa nota a fine marzo: il 12° Rapporto Censis-Ucsi sulla comunicazione «L’economia della disintermediazione digitale». Secondo l’indagine, 15 milioni di italiani acquistano su web, cifra che corrisponde al 43,5% degli utenti di internet. Le ragioni che spingono ad acquistare sulla rete sono:

  • risparmio: il 37,1% degli italiani pensa che fare la spesa online sia più conveniente rispetto agli esercizi commerciali tradizionali;
  • comodità: per il 32,8% è un sicuro vantaggio poter fare la spesa in qualunque orario e usufruire delle consegne a domicilio;
  • semplicità delle procedure di shopping online: un elemento positivo per il 19,8%.
  • efficacia: per il 12,8% i marketplace digitali sono più efficaci dei negozi tradizionali in funzione della maggior possibilità di scelta, quantità di informazioni reperibili e possibilità di operare confronti.
  • divertimento: per il 7% lo shopping online è più divertente.

Si rilevano comunque delle perplessità: per il 21,8% vi è il timore che la consegna non sia puntuale o con prodotti sbagliati o difettosi; il 28,7% ha paura che lo scontrino virtuale nasconda una truffa e rimangono dei dubbi in materi a di sicurezza: solo il 10,3% degli italiani ha completa fiducia dei pagamenti online ma la maggioranza (il 65,3%) pur preoccupata, non vuole rinunciare ai vantaggi del commercio elettronico.

Rendimax banner

SCRIVI UN COMMENTO

Feed RSS