Le novità normative introdotte con la Delega Fiscale

Pubblicato da il 17/04/2012 in news - 2 Commenti

Nella giornata di ieri (lunedì 16 aprile), il Consiglio dei Ministri ha approvato la Delega fiscale. L’atteso emendamento al noto Decreto Legge “SalvaItalia” permette di conoscere in maniera puntuale i dettagli delle misure normative annunciate dal governo lo scorso dicembre. Vediamo tutte le novità:

  • IMU e catasto. Rispetto al Decreto di cinque mesi fa, che per stessa ammissione del Premier è stato un provvedimento d’urgenza, si sta valutando la possibilità di riformare l’intero sistema catastale per adattarlo alla nuova Imposta Municipale Unica. La misurazione delle proprietà immobiliari avverrà per metri quadri anziché per numero di vani, tenendo conto anche della  tipologia di locazione e della qualità dell’immobile. Il progetto è ambizioso e metterlo in pratica richiederà alcuni anni. L’IMU verrà pagata in tre rate, la prima a giugno e poi a settembre e dicembre con uno sgravio per famiglia del valore massimo di 600 euro.
  • Evasione fiscale. La lotta agli evasori verrà innalzata e saranno studiati dei metodi di confronto con gli altri Paesi europei, realizzati attraverso un indicatore di sintesi chiamato “tax gap“. L’inasprimento dei controlli non permetterà comunque la creazione di un fondo destinato alla riduzione della pressione fiscale, ma le risorse aggiuntive potranno essere impegnate per il miglioramento dei conti statali.
  • IVA. L’innalzamento di due punti percentuali dell’imposta a partire dall’autunno 2012 non è ancora stato deciso in via definitiva. Ciò che è certo è l’intenzione del governo di recepire una Direttiva Europea del 2006 per operare una razionalizzazione dell’IVA e di altre imposte indirette.  Attraverso alcuni decreti legislativi, saranno revisionati vari tributi, quali  quelli di registro, bollo, ipoteche, concessioni governative ed assicurazioni
  • Semplificazioni. Il regime fiscale per i contribuenti più deboli sarà riformato, sostituendo le attuali imposte con una quota forfettaria meno gravosa per i cittadini a basso reddito e renderà più semplice il ruolo dei sostituti d’imposta come CAF e intermediari.
  • Abuso di diritto Le norme relative all’elusione fiscale saranno sostituite da una nuova disciplina relativa all’abuso di diritto, ossia a tutti quei comportamenti che utilizzano “l’uso distorto degli strumenti giuridici idonei ad ottenere un risparmio d’imposta” anche se non in contrasto con alcuna norma. Il governo potrà disconoscere il beneficio ottenuto se  tale pratica è destinata all’ottenimento di un vantaggio economico rilevante.
  • Tassazione ambientale. Il Consiglio dei Ministri ha deciso di introdurre la cosiddetta “Carbon Tax”, un tributo che differisce notevolmente dalle modalità attuali utilizzate per finanziare le energie rinnovabili. Se prima il principio era quello di una tassazione uniforme e proveniente dalla bolletta dell’energia elettrica, ora ci si affida al concetto del “chi inquina paga” con un sistema di accise sui prodotti energetici ad alta emissione di carbonio.
  • IRI Verrà introdotta l’Imposta sul Reddito Imprenditoriale che sostituirà a tutti gli effetti la vecchia IRES. Tale disposizione garantirà agli imprenditori di dichiarare il frutto della propria attività come reddito ordinario dell’IRPEF, mantenendo gli stessi scaglioni delle persone fisiche.

Il testo della Delega passerà ora all’esame delle Camere per la definitiva approvazione. Ciò che comunque trapela è che le direttive proposte dal Premier Monti sono chiare: la crescita del Paese deve avvenire attraverso il rigore delle misure e l’equità contributiva.

Rendimax banner

2 Commenti a "Le novità normative introdotte con la Delega Fiscale"

Trackbacks

  1. IMU: risparmio per il nucleo familiare | SalvaRisparmio
  2. Il gettito fiscale aumenta, ma meno del previsto | SalvaRisparmio

SCRIVI UN COMMENTO

Feed RSS