Le Olimpiadi di Londra sono… green!

Pubblicato da il 26/07/2012 in news -

C’è grande attesa per la cerimonia di inaugurazione dei Giochi Olimpici di Londra 2012, in programma per domani 27 luglio alle 20:00 ora locale (le 21:00 italiane).

Gli organizzatori di questa edizione hanno lavorato molto per ridurre il più possibile l’impatto ecologico dell’evento:

  • L’acqua sarà distribuita gratis, mentre verrà svolta un’attenta raccolta differenziata delle oltre 8mila tonnellate di rifiuti previste per riciclarne, riutilizzarne o compostarne almeno il 70%.
  •  Il 60% dei materiali utilizzati nella costruzione di molti edifici e strutture olimpiche è stato trasportato via mare o ferrovia, evitando dunque il più inquinante trasporto su gomma.
  • Parte dell’area su cui sorge il villaggio olimpico verrà trasformata, a Giochi conclusi, in uno dei più grandi giardini urbani di tutto il Regno Unito, in grado di riassorbire molta della CO2 emessa durante i giorni di manifestazione.
  • La struttura di acciaio della Basketball Arena è smontabile e riutilizzabile.
  • Il Velodrome e la Handball Arena sono state progettate per sfruttare al massimo illuminazione e ventilazione naturali, riducendo così il consumo di energia al minimo. Entrambe le strutture possono inoltre contare su un sistema di raccolta dell’acqua piovana per il risparmio idrico.
  •  L’Olympic Stadium, centro dei giochi e teatro delle cerimonie di apertura e chiusura, sarà alimentato da energia prodotta da una caldaia a biomassa. La struttura superiore dello stesso, inoltre, verrà rimossa a Giochi conclusi per riconvertire la costruzione ed evitare che resti inutilizzata, come accaduto per le strutture di altre manifestazioni sportive di pari livello.
  • Flyer e opuscoli saranno sostituiti da un’App per smartphone a disposizione dei visitatori, che potranno così reperire tutte le informazioni utili relative all’evento direttamente dal loro telefonino, senza spreco di carta.

Le iniziative ecologiche non si limitano alla zona dei Giochi, ma coinvolgono tutta la città, infatti:

  • l’attuale illuminazione del Tower Bridge verrà sostituita con un nuovo sistema a led per ridurre il consumo di energia elettrica del 40%.
  • Il sistema di trasporti pubblici urbani verrà integrato con una flotta di taxi ad idrogeno.
  • Nella ristorazione verranno utilizzati il più possibili prodotti locali, per incentivare il consumo di cibi a chilometro zero.
Rendimax banner

SCRIVI UN COMMENTO

Feed RSS