3 soluzioni per cominciare a risparmiare

Pubblicato da il 05/06/2017 in conto deposito, risparmio -
coins-1523383_960_720

Programmare un piano di risparmio o un investimento a lungo termine, è di certo una scelta tanto importante quanto necessaria. Sicuramente, molti di noi si chiedono se investire del denaro sia davvero necessario e quanto sia fondamentale iniziare fin da subito, e la risposta – il più delle volte- è sempre “il prima possibile”. D’altro canto, per salvaguardare i propri risparmi o il proprio patrimonio esistono moltissimi metodi, alcuni di questi davvero semplici e basilari anche per persone che non si intendono di finanza o di prodotti finanziari.

Quando si parla di investimenti o di risparmi, il più delle volte si intendono investimenti a medio o lungo termine che l’obiettivo, per molti ancora lontano, di aggiungere un reddito alla pensione oppure di garantire un fondo economico per l’Università ai propri figli oppure per l’acquisto di un bene immobile. Per tale motivo, a seconda delle possibilità di investimento e della durata (investire sulla pensione dà adito a un arco di tempo più ampio rispetto, volendo, all’investimento per creare un fondo per l’istruzione dei propri figli) è importante sapere scegliere il giusto o i giusti strumenti.

IL PIANO DI ACCUMULO (PAC)

Come modalità di investimento, quella dei PAC – piani di accumulo – ha come principale vantaggio quello di permettere un tipo di investimento graduale. Infatti, tramite il PAC si può decidere la frequenza di versamento e, soprattutto, la somma da versare. Con questa modalità è possibile autogestire il proprio piano di accumulo senza stress e soprattutto senza dover disporre di grossi capitali per iniziare poiché è sufficiente decidere di investire, ad esempio, 100 o 300 euro al mese o persino meno.

È possibile anche creare anche un PAC “fai da te”: basta aprire un conto deposito e versarvi periodicamente una certa somma, mediante bonifico o attivando una disposizione di trasferimento automatica. I rendimenti non sono certamente equiparabili a quelli offerti dai fondi comuni (specialmente se di tipo azionario), tuttavia in questo caso non vi sono costi, il capitale è sempre disponibile e non si corre il rischio di perdere nemmeno un euro; pertanto si dimostra una soluzione vincente per coloro i quali desiderano realizzare un progetto specifico con queste somme e non sono disposti a correre rischi.

IL PIANO DI INVESTIMENTO MODALITÀ CLASSICA

A differenza del PAC, il piano di investimento classico è un soluzione che permettere di investire in un portafoglio, comunemente composto da fondi o da ETF di varie tipologie (Exchange Traded Funds), a seconda della quantità di denaro che si vuole investire o del rischio ad esso connesso. Normalmente, per questo tipo di investimento viene effettuato tramite il consiglio di un esperto oppure da trader ferrati se non si vuole incorrere in un rischio.

LA POLIZZA ASSICURATIVA

La polizza assicurativa è una soluzione che mesce contratto assicurativo e un investimento ovvero, in un certo senso la polizza protegge il capitale in caso dovessero insorgere delle avversità particolari, d’altro canto – invece – il rendimento dell’investimento che si ottiene nel momento in cui la polizza scade dipende anche dall’andamento delle quote dei fondi, anch’essi scelti a seconda del tipo di investimento.

 

Rendimax banner

SCRIVI UN COMMENTO

*

Feed RSS