7 regole per investire in Borsa

Pubblicato da il 17/09/2014 in risparmio -

L’investimento azionario può rappresentare un elemento importante per sostenere la crescita del risparmio nel tempo, anche se va affrontato con grande cautela. Ecco alcune indicazioni di base per affacciarsi alla Borsa.

  1. Considerare l’investimento in azioni all’interno di una logica di portafoglio, cioè in relazione alle proprie prospettive di spesa (spese ricorrenti, acquisti straordinari, spese per i figli, ecc.) e alla parte del proprio risparmio dedicata a strumenti a rendimento certo, come obbligazioni, titoli di Stato e liquidità.
  2. Non puntare su un unico titolo, ma suddividere l’investimento su più aziende e su settori diversi.
  3. Diversificare per area geografica: puntare solo sulla Borsa italiana comporta una eccessiva concentrazione del rischio.
  4. Informarsi sulle aziende di interesse prima di investire, in modo da capire quali sono i loro punti di forza e di debolezza e preferire i titoli a capitalizzazione elevata, in quanto sono meno sensibili ai movimenti speculativi.
  5. Attenzione ai costi: le commissioni massime previste per l’investimento in azioni allo sportello sono pari allo 0,7 per mille. Occorre poi tenere conto dei costi applicati dalla propria banca al “dossier titoli” (spesso gratuito nel caso di un conto corrente online) e del prelievo fiscale sulle plusvalenze, salito al 26% dal 1° luglio 2014.
  6. Non farsi guidare dall’emotività: acquistare o vendere d’istinto comporta il rischio di comprare a prezzi elevati o vendere in perdita. Oltre a informarsi, è bene farsi consigliare da un professionista bancario o un promotore finanziario di fiducia.
  7. Guardare oltre l’investimento diretto: in alternativa all’acquisto diretto di azioni è possibile investire sugli indici di Borsa, attraverso gli Etf (fondi comuni quotati, che replicano l’andamento degli indici azionari e obbligazionari), o nei fondi comuni di investimento, che offrono una diversificazione elevata anche con importi minimi, permettono di investire piccole quote periodiche, per esempio 100 euro al mese, e possono anche prevedere una cedola mensile.

Rendimax banner

SCRIVI UN COMMENTO

Feed RSS