Auto elettriche: a quanto ammontano le emissioni inquinanti?

Pubblicato da il 16/02/2012 in risparmio -

Articolo dedicato all’iniziativa “M’illumino di meno” di Caterpillar

Nell’ultimo periodo si sono animate le discussioni sui consumi delle auto cosiddette “a zero emissioni”. Il nodo della questione è capire a quanto ammonta realmente l’impatto di questi prototipi dal punto di vista ambientale, confrontandolo con le attuali vetture in circolazione.

Infatti, se è vero che le auto elettriche hanno un impatto nullo in termini di emissioni locali, ossia durante la guida, lo stesso non si può dire in tutte le fasi del loro utilizzo. In sintesi è necessario capire a quanto corrispondono le cosiddette emissioni di gas climalteranti, quelli cioè che vengono prodotti nella fase di carica del mezzo. Il calcolo è ingegneristico ed intreccia i dati sulle emissioni della rete elettrica con il dato della performance della macchina ma, senza addentrarsi troppo nel merito, è possibile affermare che il rilascio complessivo di gas serra rilevato è compreso tra i 60 e gli 80 grammi al chilometro.

Per i più esperti, tali valori non sono bassi ma al contempo sono soddisfacenti rispetto a quelli delle auto tradizionali di piccola cilindrata. Prendendo in esame delle vetture definite “utilitarie”, oltre ad essere più inquinanti a causa dell’elevata emissione di CO2, hanno un livello di gas serra sostanzialmente doppio rispetto a quelle elettriche con un valor medio che si attesta tra i 110 e 120 grammi per chilometro.

La vera innovazione che viene promessa dai produttori di auto elettriche è che, grazie al progresso tecnico, verrà migliorato non solo il rendimento delle vetture ma anche ridotte le sostanze inquinanti. E non dimentichiamoci il risparmio associato a questa tecnologia rispettosa dell’ambiente e della ecosostenibilità.

Rendimax banner

SCRIVI UN COMMENTO

*

Feed RSS