BOT, BTP e CTZ in tempo di elezioni

Pubblicato da il 22/02/2013 in risparmio -

A fine febbraio si terranno una serie di aste collegate a Btp e Ctz con rendimenti non superiori al 4%. Dopo l’emissione dei Bot annuali la settimana scorsa, con rendimento in lieve crescita dello 0,6 per cento, ci saranno le nuove aste per i Ctz il 25 febbraio e i Btp a cinque e dieci anni che saranno assegnati il 28 febbraio, ad elezioni avvenute.

L’investitore che, invece, volesse destinare una parte del suo conto corrente all’acquisto di  obbligazioni societarie sia di aziende italiane che straniere, potrebbe scegliere gli strumenti caratterizzati da rating molto alti.

Gli osservatori comunque prevedono che molti prima di decidere se è il caso di risparmiare, lasciando le proprie somme al sicuro in un conto corrente,  o investire in titoli attenderanno l’esito della competizione elettorale. Se al voto seguirà un periodo d’incertezza bisognerà mettere in conto un possibile incremento dei tassi di interesse nel medio periodo. Se invece dopo il voto si formerà un governo stabile e in grado di attuare anche le riforme che sostengano le Piccole Medie Imprese, come per esempio misure favorevoli all’occupazione e i finanziamenti alle imprese, i rendimenti potrebbero registrare positivi incrementi.

Rendimax banner

SCRIVI UN COMMENTO

Feed RSS