Btp: come si calcola il rendimento?

Pubblicato da il 03/06/2013 in risparmio -
Zemanta Related Posts Thumbnail

Ci si potrebbe chiedere come viene determinato il rendimento dei Btp. Vediamo come si calcola.

Quello dei Btp Italia non è condizionato dal prezzo del mercato ma dall’andamento del coefficiente di indicizzazione e del costo della vita al netto della componente tabacco.  Tale coefficiente è riportato quotidianamente dal sito del Ministero dell’Economia al Dipartimento  del Tesoro. La sua funzione è fondamentale per calcolare le cedole semestrali e la quota di inflazione maturata che verrà rimborsata a chi ha il titolo in portafoglio.

Le quattro emissioni del titolo governativo indicizzato all’inflazione interna hanno godimento diverso tra loro  e per questo differenti sono i parametri secondo cui maturano i rimborsi. Per le operazioni di calcolo ci si potrebbe rivolgere al proprio intermediario di fiducia oppure provare ad eseguirle da soli. Naturalmente si tratterà di stime approssimative poiché è impossibile sapere adesso quale sarà l’andamento dell’inflazione nei prossimi anni.

Dato un tasso cedolare reale di X%, una valutazione dell’inflazione (che per comodità si supporrà costante) del G%, un capitale di Y euro, bisognerà andare a confrontare tali valori con quelli dei coefficienti di indicizzazione indicati dalle tabelle del Ministero e comporre le diverse variabili. Esistono anche delle formule semplificate usate per questo calcolo, per esempio:

2C + [(R – P) / n]
(R + P) / 2

dove C sta per cedola semestrale netta, P somma inizialmente corrisposta, R capitale rimborsato netto, n anni mancanti alla scadenza.

Rendimax banner

SCRIVI UN COMMENTO

*

Feed RSS