Caro scuola e conto corrente

Pubblicato da il 08/09/2015 in risparmio -

Tempi duri per il conto corrente, quelli dell’inizio della scuola: sono circa otto milioni gli studenti che tornano fra i banchi e non ci sono solo le spese dei libri. L’osservatorio della Federconsumatori ha calcolato un incremento dell’1,5% della spesa sostenuta da ogni singolo studente, quindi dalla sua famiglia, soprattutto per la crescita dei prezzi di zaini, trolley, astucci. Per i libri, invece, la spesa è di 485,20 euro per gli iscritti alle scuole medie, e di 797 per quelli delle superiori.

Che cosa fare per risparmiare e fare in modo che il conto corrente non subisca eccessivi contraccolpi a causa delle spese scolastiche?

Innanzitutto informarsi bene sui prezzi e sugli sconti. Non è detto che la cartoleria sotto casa sia la più cara, come non è detto che il grande centro commerciale proponga sempre la soluzione giusta. Una buona comparazione dei prezzi è senza dubbio un ottimo metodo, attraverso il quale realizzare importanti risparmi che possono toccare il 30%.

Per quanto riguarda i libri di seconda mano, si sono moltiplicati negli ultimi anni i siti che offrono la possibilità di acquistare delle ottime pubblicazioni usate. Ci sono addirittura delle piattaforme nelle quali si può inserire la classe frequentata, la scuola e la città, e ottenere un elenco completo dei libri da acquistare con i relativi sconti, intorno al 15%, oppure prendere in considerazione le opzioni sull’usato.

Decidendo per i testi di seconda mano, si può risparmiare molto di più: fino al 50/60%. Andranno in ogni caso calcolate le spese di spedizione, che di solito non superano i 5 euro e, in ogni caso, sono commisurate all’importo complessivo e quantitativo dell’ordine.

Rendimax banner

SCRIVI UN COMMENTO

Feed RSS