Come gestire le spese e il risparmio?

Pubblicato da il 24/03/2016 in risparmio -

Esistono alcuni metodi semplici per gestire le spese e il proprio budget familiare al meglio, raggiungendo degli obiettivi importanti sia sotto il profilo degli investimenti finanziari che per l’acquisto di beni di fondamentale importanza nella vita di ciascuno di noi, come l’auto o la casa. Il primo passaggio è quello di fissare il budget annuale: in rete sono disponibili diversi budget planner che aiutano a suddividere le spese in macroaree: per la casa (bollette, spese condominiali, ecc), per l’alimentazione, per l’abbigliamento, per famiglia e amici, per trasporti, per il tempo libero, per banche e assicurazioni. Una volta verificato che il bilancio è in attivo, cioè che le entrate sono maggiori delle uscite necessarie a coprire i fabbisogni, si può procedere a stabilire l’obiettivo di risparmio. Porsi un traguardo, una meta da raggiungere, e non lasciarsi travolgere dalla quotidianità e dall’assenza di programmazione, è un passaggio fondamentale per ritrovarsi un domani con una somma di denaro che potrà essere usata per scopi importanti, come il mantenimento di un figlio agli studi, l’acquisto di una macchina, un percorso di riqualificazione professionale, l’acquisto di una casa, un investimento finanziario.

Uno tra gli strumenti più efficaci per programmare il risparmio è il conto deposito, in quanto favorisce il risparmiatore sia dal punto di vista psicologico, vincolando la somma per un determinato periodo di tempo, sia dal punto di vista delle remuneratività. Alcuni istituti offrono un’ampia possibilità di scelta: il risparmiatore può in alcuni casi aprire fino a tre conti deposito e scegliere fra diverse tipologie di vincolo, da un minimo di 1 mese a un massimo di cinque anni. L’impostazione dell’obiettivo risparmio è inoltre facilitata dal modello di funzionamento del conto deposito, che può essere aperto unicamente se il risparmiatore possiede già un conto corrente tradizionale. Il risparmio è incentivato dalla possibilità di pianificare accantonamenti mensili che vengono trasferiti automaticamente dal conto corrente al conto deposito, un vero e proprio salvadanaio ad alta remuneratività.

Attraverso questo strumento molti risparmiatori sono riusciti a programmare e a realizzare progetti per sé e per la propria famiglia, che altrimenti sarebbero rimasti solo dei buoni propositi e null’altro. Inoltre sia il conto corrente che il conto deposito, per cifre fino a 100 mila euro) sono garantiti dal Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi, nel caso in cui la banca entri in crisi e venga sottoposta a una procedura di bail in, ovvero venga imposto ai clienti di contribuire al risanamento della banca. E’ infine utile ricordare che questo ed altri strumenti di risparmio possono aiutare la persona ad ottimizzare la gestione del proprio denaro, tuttavia, l’elemento più importante è la spinta motivazionale e l’attenzione ad evitare le spese superflue.

Rendimax banner

SCRIVI UN COMMENTO

Feed RSS