Come risparmiare con le carte di pagamento

Pubblicato da il 10/06/2014 in risparmio -

La carta di pagamento è un elemento divenuto ormai quasi indispensabile. Che si tratti di carta di credito o carta di debito, più comunemente conosciuta come bancomat, è sempre presente nel portafogli degli italiani.

Ma non è l’unica: non si contano infatti quelle di supermercati, distributori di carburante ed altre che permettono di raccogliere punti ed ottenere, al raggiungimento di determinate soglie, dei premi o degli sconti.

Alcune aziende e banche hanno quindi raggruppato le loro caratteristiche e creato delle carte fedeltà che permettono non solo di accumulare punti ma anche di pagare gli acquisti.

Questo strumento non è necessariamente collegato all’apertura di un conto corrente, può essere una prepagata ricaricabile o anche una carta revolving.

In quest’ultimo caso si può saldare l’importo dei prodotti comprati a rate mensili. La dilazione prevede però la corresponsione di interessi solitamente piuttosto elevati.

Per salvaguardare il proprio risparmio, è sempre bene leggere attentamente le condizioni contrattuali, recuperando tutte le informazioni necessarie prima di sottoscrivere l’accordo.

Rendimax banner

SCRIVI UN COMMENTO

Feed RSS