Come risparmiare per integrare la pensione

Pubblicato da il 25/03/2015 in risparmio -

È notizia recente che dal 2016 l’età pensionabile è stata innalzata a 66 anni e 7 mesi. Con l’aumento dei requisiti anagrafici e il sistema contributivo che comporta una diminuzione rilevante dell’ammontare della pensione rispetto all’ultimo stipendio, può nascere l’esigenza di gestire il proprio risparmio pensando anche alle necessità finanziarie del dopo lavoro.

Longevity risk è il termine inglese (in italiano rischio di longevità) che indica il fenomeno per cui la vita si allunga più delle aspettative facendo si che l’assegno pensionistico risulti inadeguato per mantenere lo stile di vita consueto.

Negli anni sono nati diversi strumenti di pensione complementare (fondi pensione e Pip): in questo articolo, è stata fornita una definizione delle principali tipologie; a seguire si fa il punto su alcune loro caratteristiche:

  • agevolazioni fiscali: secondo quanto attualmente previsto dalla legge, è possibile dedurre annualmente, dal reddito Irpef, fino a 5164,57 euro; il beneficio fiscale è legato all’aliquota marginale del soggetto;
  • tassazione della plusvalenza: la legge di Stabilità 2015 ha stabilito che l’aliquota sul rendimento maturato annualmente passi dall’11,5% al 20% ;
  • rendimenti: secondo il Covip, Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione, nel 2014 i prodotti previdenziali nel loro complesso hanno reso tra il 7,3% (fondi negoziali e Pip unit linked) e il 7,5% fondi aperti). Le linee garantite, cioè quelle non legate al mercato azionario, tra il 4,6% (fondi negoziali) e il 4,3% (fondi aperti); il Covip segnala, però, di non considerare solo i rendimenti, ma anche ai costi dei diversi prodotti.

Le vie per accantonare delle somme in vista del ritiro dall’attività lavorativa possono comunque essere di vario tipo (ad esempio l’investimento azionario o immobiliare oppure l’accumulo su un conto deposito) e la scelta dipenderà dalle personali necessità o condizioni reddituali di ciascun risparmiatore, eventualmente supportato da un consulente di fiducia.

Rendimax banner

SCRIVI UN COMMENTO

Feed RSS