Come risparmiare per la collettività: arrivano i Social Impact Bond!

Pubblicato da il 17/01/2014 in risparmio -

Arriva dal mondo anglosassone una innovativa tipologia di obbligazione: il Social Impact Bond.

Introdotto per la prima volta nel 2010 in UK e cresciuto sempre più in questi anni, ha come scopo quello di creare risparmio per la collettività attraverso la realizzazione di un programma, ad esempio, per la sicurezza pubblica, salute, bambini e famiglie ed altro ancora.

Questo bond è un contratto sottoscritto con il settore pubblico in cui l’intermediario finanziario ricerca gli investitori potenzialmente interessati ed il suo rendimento è connesso ai risultati sociali che si erano fissati.

I Social impact bond possono essere chiamati in modo diverso nei vari Paesi in cui vengono adottati. In Italia, per esempio, “perdono” la parola impact e resta Social Bond. Oltre al nome, ci sono altre differenze rispetto ai cugini oltre Manica ed oltre oceano:

  • il prestito obbligazionario è emesso da una banca;
  • il ritorno dell’investimento è garantito e non è collegato con il raggiungimento di un obiettivo;
  • una parte di quanto raccolto viene impiegato per supportare gratuitamente una determinata attività, ente oppure il settore terziario nella sua globalità.

 Il Social Bond sta prendendo sempre più piede anche nel nostro Paese. Lo scorso anno infatti ha visto l’emissione di questa obbligazione da parte di alcuni istituti con risultati che ritengono soddisfacenti.

Rendimax banner

SCRIVI UN COMMENTO

Feed RSS