Come risparmiare sulla spesa di Pasqua

Pubblicato da il 01/04/2015 in risparmio -

Le festività sono un’occasione di convivialità e di ritrovo, ma, per chi organizza pranzi e cene, sono anche causa di spese, non sempre contenute.

Come risparmiare? Si possono individuare diversi modi per proteggere il proprio conto corrente dalle uscite eccessive:

  1. fare i dolci in casa: l’Osservatorio Federconsumatori ha evidenziato una crescente tendenza al fai da te per i dolci tipici di Pasqua, indicando che quest’attività può far risparmiare oltre il 75%. Anche a motivo di queste nuove consuetudini, Fedeconsumatori prevede una diminuzione di circa il 7%, rispetto al 2014, dei consumi di prodotti pasquali. Il Centro Studi della Fipe (Federazione Italiana Pubblici Esercizi) prospetta, dal canto suo, una diminuzionedell’11% delle presenze nei ristoranti della Penisola per il giorno di Pasqua rispetto all’anno scorso e un calo del 15% circa per Pasquetta.
  2. prestare attenzione alla spesa: dall’acquisto di prodotti di stagione all’utilizzo di promozioni, sono diversi gli accorgimenti per risparmiare al supermercato. Possono essere d’aiuto anche le carte fedeltà: oltre a far vincere premi, spesso consentono di usufruire di sconti. In ogni caso, Federconsumatori suggerisce di non farsi confondere dall’entusiasmo e dalle confezioni attraenti, ma di valutare soprattutto l’effettiva qualità del contenuto dei prodotti.
  3. acquistare sul web: il risparmio in questo caso è soprattutto legato al tempo, in quanto online si possono visionare tanti prodotti velocemente e acquistarli senza doversi recare al supermercato, approfittando anche di servizi di consegna a domicilio, che comunque possono prevedere dei costi. Ci sono, poi, i siti specializzati nell’online o mobile couponing  (è bene verificare attentamente tutte le condizioni dell’offerta riportate sul sito o sull’applicazione).

Rendimax banner

SCRIVI UN COMMENTO

Feed RSS