Cos’è il bail in?

Pubblicato da il 10/02/2016 in risparmio -

Ogni tanto ci sono dei termini inglesi che prendono il sopravvento. Uno di questi è sicuramente bail in, che ha un suono dolce ma indica un problema serio. In inglese to bail significa aiutare, garantire, to bail-out significa salvare. In economia con il termine bail out si indicano le procedure di salvataggio delle banche in crisi attraverso l’uso di denaro pubblico. In pratica il Ministero del Tesoro decide di sostenere gli istituti bancari in difficoltà per evitare le conseguenze sociali del fallimento di una banca.

Dal 1 gennaio 2016 è entrata in vigore la direttiva dell’Unione Europea che impone agli Stati membri di non fare più ricorso alle risorse pubbliche per aiutare gli istituti di credito privati, ma di favorire unicamente procedure di bail-in, che potremmo tradurre con salvataggio interno o autosalvataggio: in sostanza le banche che si trovano in difficoltà devono farcela da sole. Come?

  • Vendendo una parte della loro attività a un privato;
  • trasferendo le sofferenze a una bad bank che le rivenda sul mercato;
  • applicando il bail in al proprio capitale e a quello versato dagli azionisti piccoli o grandi che siano.

L’ordine di priorità secondo il quale si ricorre alle risorse interne di una banca in crisi è il seguente:

  1. gli azionisti;
  2. i detentori di altri titoli di capitale;
  3. gli altri creditori subordinati, i creditori chirografari (quelli non assistiti da alcuna causa di prelazione);
  4. le persone fisiche e le piccole e medie imprese titolari di depositi per un importo superiore ai 100.000 euro;
  5. il fondo di garanzia dei depositi, che contribuisce al bail-in al posto dei depositanti protetti.

Sono invece completamente esclusi dal bail in i conti corrente e i conto deposito (strumento che ha visto una larga diffusione negli ultimi anni e che garantisce tassi d’interesse remunerativi in particolare nelle forme vincolate), di importo non superiore ai 100.000 euro. Competente ad avviare e gestire le procedure di salvataggio di una banca in crisi stabilite dalla normativa comunitaria è Bankitalia.

Rendimax banner

SCRIVI UN COMMENTO

Feed RSS