Dispersioni di calore: come risparmiare

Pubblicato da il 28/01/2015 in risparmio -

Il riscaldamento e il condizionamento della propria abitazione sono elementi a cui si presta solitamente molta attenzione, sia a livello di comfort abitativo che di spese di gestione. Questo implica spesso decisioni lunghe e ponderate sul tipo di soluzione da acquistare (varrà la pena installare un pannello solare? Quanto consumerà il condizionatore?), operando confronti e calcoli per individuare quella che impatterà in misura minore sulla propria bolletta e sul proprio conto corrente. Si trascura spesso, però, il fatto che l’energia spesa per il riscaldamento o il raffrescamento di casa  sia legata anche alle dispersioni termiche: un check-up di alcuni punti dell’abitazione potrebbe rivelarsi una scelta azzeccata in termini di risparmio energetico.

Ecco qualche semplice intervento che può aiutare a non sperperare energia:

  1. guarnizioni dei serramenti: per fronteggiare le dispersioni di calore può essere d’aiuto isolare meglio porte e finestre con le apposite guarnizioni di gomma o di metallo, oppure utilizzando il silicone;
  2. tendaggi alle finestre: aiutano a limitare le fughe di calore, soprattutto se hanno una certa consistenza; è bene però non chiuderli davanti ai termosifoni;
  3. cassonetti delle tapparelle: può giovare controllare le dispersioni del cassonetto e rivestire le fessure con materiale isolante;
  4. vetrocamera: se la finestra ha un vetro unico e la tipologia di infisso lo consente, può rivelarsi utile sostituire l’unico vetro con una vetrocamera o un doppio vetro;
  5. fogli riflettenti specifici per caloriferi: posizionati dietro ai termosifoni, nel caso siano adiacenti alle mura esterne, evitano che riscaldino il muro e riflettono il calore verso l’interno della stanza.

Se necessario, si possono prendere in considerazione anche interventi più invasivi e costosi, prestando attenzione a farsi supportare da professionisti di fiducia:

  • verificare e intervenire sull’isolamento del tetto, dei solai e delle mura dell’abitazione;
  • sostituire completamente il serramento, specialmente se molto datato.

Rendimax banner

SCRIVI UN COMMENTO

Feed RSS