Ecodesign e risparmio in bolletta

Pubblicato da il 24/04/2015 in risparmio -

Se si vuole risparmiare sui consumi energetici, esistono diversi accorgimenti per far calare i costi delle bolletta di casa (da un utilizzo accorto del frigorifero, all’uso delle luce, alla limitazione delle dispersioni di calore e così via).

Chi, però vuole anche passare ad elettrodomestici a più alta efficienza, può tenere presente che l’Unione Europea ha varato nuove regole per il design di questi apparecchi.

Tali disposizioni sono state ideate per contribuire al conseguimento dei traguardi europei del 20% in meno di emissioni di gas, del miglioramento del 20% dell’efficienza energetica e dell’aumento dell’incidenza delle rinnovabili del 20% entro il 2020. Dal 20 febbraio scorso, infatti, è in vigore la Direttiva sull’ecodesign, che contiene nuove regole per la progettazione di forni, piani cottura (gas o elettrici) e cappe; la direttiva riguarda:

  • il miglioramento dell’isolamento e del design degli sportelli dei forni;
  • la maggiore efficienza dei sensori e controlli per i piani cottura;
  • l’ottimizzazione del design e del flusso d’aria della cappe.

A quanto ammonterà il risparmio in bolletta? Gli elettrodomestici sviluppati secondo queste caratteristiche consentiranno di risparmiare in media 50 euro annui.

L’acquirente può sapere se i prodotti che acquista sono stati realizzati secondo le nuove norme se sono accompagnati da apposita documentazione illustrativa.

Inoltre, chi vuole proteggere il proprio conto corrente dalle spese energetiche eccessive, può tenere presente che sono previste novità anche per scaldabagni e caldaie: dal 26 settembre di quest’anno saranno ammesse solo caldaie a camera aperta e a condensazione.

Rendimax banner

SCRIVI UN COMMENTO

Feed RSS