Il 2012 sullo scaffale nel segno del risparmio

Pubblicato da il 20/12/2012 in risparmio -

L’anno che volge al termine si concluderà nel segno degli sconti e delle promozioni. L’attuale situazione economica ha portato le aziende e la grande distribuzione ad assecondare le esigenze dei consumatori, proponendo soluzioni che consentono di risparmiare negli acquisti.

Secondo le rilevazioni di Symphony IRI, agenzia di consulenza e analisi di mercato per il settore del largo consumo confezionato, l’incremento di offerte-convenienza è stato notevole, toccando il proprio valore massimo l’ottobre scorso, quando ha registrato un picco del 27,2%. Su oltre 44 miliardi di euro di vendite, circa un quarto del valore (11,3 miliardi) arriva da beni soggetti a sconti e riduzioni: la fetta più grande riguarda ipermercati (34,1%) e superstore (30,8%), mentre i piccoli rivenditori si fermano ad una percentuale di vendite in promozione decisamente più limitata (16,5%). Considerando la totalità dei punti vendita interessati dalla ricerca, è emersa la possibilità acquistare beni a prezzo scontato, in media, del 25-27%.

Per quanto riguarda il comportamento dei consumatori, inoltre, l’indagine ha individuato due trend principali: da un lato un maggior ricorso alle promozioni, dall’altro un orientamento crescente verso i discount.

La tendenza al ribasso dei prezzi dovrebbe confermarsi anche durante le prossime festività. Secondo le stime raccolte dal sondaggio del sito web Klikkapromo.it, oltre il 90% degli italiani comprerà cibo e bevande in offerta per gli appuntamenti culinari più attesi (pranzo di Natale e cenone di capodanno), ed il 55% degli intervistati ha affermato che comprerà panettone e pandoro solo se scontati.

Rendimax banner

SCRIVI UN COMMENTO

Feed RSS