IoT: le prospettive per il risparmio energetico

Pubblicato da il 09/02/2015 in risparmio -

Lo sviluppo dell’Internet of Things (IoT) aiuterà il risparmio energetico in casa e farà limitare gli sprechi di elettricità, acqua o gas?

Con il termine Internet of Things, in italiano Internet delle cose, si intende l’applicazione della Rete agli oggetti, per fare in modo che comunichino i dati che li riguardano e possano usufruire delle informazioni generate da altri oggetti. Si tratta di un ambito che ha svariate applicazioni, ad esempio in campio industriale, e molte grandi aziende stanno elaborando o rendendo disponibili soluzioni per il mercato della domotica.

Attualmente lo sviluppo di questa tecnologia si sta muovendo in due direzioni in particolare, quella del monitoraggio, per rendere un oggetto in grado di raccogliere dati e informazioni sull’ambiente in cui è inserito, e quella del controllo, per poterlo comandare a distanza. Ecco qualche esempio di applicazione all’ambito domestico:

  1. il controllo remoto degli elettrodomestici, così da accenderli, spegnerli o regolarne la temperatura tramite smartphone senza essere fisicamente in casa. Questa tipologia di controllo apre le porta anche alla cosiddetta smart diagnosis, per ricevere e monitorare dati sull’eventuale malfunzionamento;
  2. la possibilità di rendere smart l’illuminazione di casa, gestendola attraverso i propri device mobili;
  3. lo smart energy management, ovvero soluzioni per regolare da remoto la temperatura di casa e che possono gestire le informazioni fino a permettere l’ottimizzazione dei consumi in base alle abitudini dei proprietari;
  4. per combattere lo spreco di acqua, alcune aziende stanno creando gadget, app e altri oggetti (ad esempio vasi intelligenti) che raccolgono i dati su umidità, irraggiamento del sole, temperatura delle piante, comunicano con lo smartphone del proprietario e attivano al bisogno sistemi di irrigazione automatica.

L’Internet delle Cose può potenzialmente permettere di risparmiare sui costi della bolletta, diminuendo e ottimizzando i consumi, anche se è bene valutare l’eventuale costo iniziale di acquisto; inoltre, lo sviluppo di questa tecnologia porta con sé anche delle implicazioni in termini di privacy e sicurezza, visto che si basa sullo scambio e la rielaborazione di dati e informazioni.

Rendimax banner

SCRIVI UN COMMENTO

Feed RSS