Le riforme per il risparmio e la crescita

Pubblicato da il 13/03/2012 in risparmio - 1 Commento

Fabrizio Saccomanni, Direttore Generale della Banca d'Italia

Abbiamo spesso affrontato il discorso della crescita economica nel nostro blog. Il motivo è semplice ed intuibile: più aumenta il Prodotto Interno Lordo nazionale e maggiori saranno i benefici per i cittadini.

Tornare a crescere è un percorso impegnativo, ma l’attuale grado di collaborazione tra governo e forze politiche sta permettendo di studiare il modo migliore per proporre delle riforme necessarie legate al mondo del lavoro, per lo snellimento burocratico e per il contrasto all’evasione fiscale. Di queste tematiche ha voluto discutere nel suo ultimo viaggio in Brasile Fabrizio Saccomanni, Direttore Generale della Banca d’Italia, precisando come “si stia rivelando per l’Italia un’opportunità per migliorare radicalmente la situazione dei conti pubblici e rafforzare la capacità di crescita del Paese”.

Secondo il Direttore Generale, infatti, il problema della diminuzione del PIL nell’ultimo periodo è stato annullato dalla riforma del sistema pensionistico che – secondo le stime – dovrebbe garantire un risparmio e la riduzione delle spese per circa 15 anni. Oltre  a tale riforma è necessario aumentare la flessibilità del lavoro con il riassetto delle professioni e continuare con la lotta all’evasione, che nell’ultimo periodo ha riportato nelle casse dello Stato delle ingenti somme da dedicare ad altre attività.

Crescere infatti significa incrementare il rendimento dei servizi offerti dallo Stato: ad oggi è fondamentale tornare ad aumentare la competitività delle aziende e migliorare le condizioni dei cittadini colpiti maggiormente dalla crisi.

Rendimax banner

1 Commento a "Le riforme per il risparmio e la crescita"

Trackbacks

  1. Giovani, famiglie e imprese unite per la crescita | SalvaRisparmio

SCRIVI UN COMMENTO

*

Feed RSS