Quanto è garantito il risparmio?

Pubblicato da il 29/01/2013 in risparmio -

La vicenda che ha recentemente coinvolto uno dei gruppi bancari più prestigiosi d’Italia ha acceso nuovamente l’interrogativo di tanti risparmiatori sulla sicurezza dei depositi o investimenti attivati con il proprio istituto di credito. E’ importante ricordare quindi che vi sono alcuni strumenti finanziari che per natura godono di meccanismi di protezione indipendenti dallo stato di salute di una banca.

Di seguito, approfondiamo se e in che modo i risparmiatori possono essere tutelati in 4 dei casi più comuni di investimento:

  • CONTI CORRENTI – Il conto corrente fa parte di quella categoria di strumenti finanziari garantiti dal Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi. In caso di fallimento del proprio istituto di credito, il Fondo rimborserà fino a 100 mila euro per depositante. Sono garantite anche le giacenze di altre tipologie di strumenti, come i conti deposito, gli assegni circolari e i certificati di deposito nominativi.
  • OBBLIGAZIONI – Tutti coloro che hanno acquistato le obbligazioni di una Banca sono legati al suo andamento. E’ bene quindi prestare attenzione alle variazioni di valore di questo tipo di investimento.
  • AZIONI – Anche chi acquista azioni di società quotata deve sapere che il valore del titolo è direttamente collegato al rischio d’impresa. In quanto partecipante (in maggiore o minore misura) al capitale comune, l’azionariato può partecipare alle assemblee e far valere la propria opinione in seduta comune, ad esempio attraverso la presentazione di liste per i consigli. Non possiede però alcuna garanzia sul proprio investimento.
  • RISPARMIO GESTITO – Per questi particolari strumenti di deposito, come fondi pensione, Etf (Exchange trade fund) o polizze assicurative, vi sono dei soggetti che si fanno carico dell’ipotetico rimborso dell’investimento e proteggono il sottoscrittore dal rischio di default della propria banca. Nel caso di una polizza, ad esempio, è proprio l’agenzia assicurativa che garantisce in prima posizione. Per gli altri strumenti, il risparmio è gestito da un istituto di credito depositario.
Rendimax banner

SCRIVI UN COMMENTO

Feed RSS