Risparmio in cucina e consumo consapevole

Pubblicato da il 04/04/2013 in risparmio - 1 Commento
consumo consapevole

Risparmiare in cucina significa prima di tutto prestare attenzione quando si fa la spesa al supermercato. E’ possibile utilizzare prodotti economici e preparare piatti sfiziosi con pochi ingredienti, senza rinunciare al gusto. Ma dove si ottiene maggior risparmio, al centro commerciale oppure al mercato?

In una grande città probabilmente può essere più conveniente recarsi in un supermercato, mentre per un paese o una città di piccole dimensioni potrebbe risultare vantaggioso fare acquisti al mercato, oppure rivolgersi direttamente al contadino per l’ortofrutta. Per fare bene la spesa ci sono alcune buone regole che un consumatore consapevole dovrebbe osservare. Proviamo a sintetizzarne alcune.

  • Seguire la stagionalità. Prodotti di stagione come frutta e verdura hanno prezzi più bassi perché l’offerta è abbondante.
  • Valutare la merce in basso negli scaffali. Nei supermercati la disposizione premia l’azienda più competitiva sul mercato che mette i propri prodotti nel mezzo ad altezza occhi. E’ bene guardare con attenzione quelli situati nella parte bassa, spesso possono avere costi inferiori.
  • Attenzione alla confezione. I salumi ed i formaggi venduti già confezionati possono costare al chilo di più rispetto a quelli venduti a taglio.
  • Guardare il prezzo dei prodotti confezionati al chilo o al litro. Grazie a questo valore, presente obbligatoriamente, è possibile fare confronti tra articoli diversi.

E’ inoltre molto importante, in ottica di consumo consapevole, leggere le etichette per conoscere gli ingredienti e le proprietà nutrizionali, con un occhio di riguardo verso sicurezza e ambiente, individuando quei simboli che permettono di riconoscere i prodotti più ecosostenibili.

Rendimax banner

1 Commento a "Risparmio in cucina e consumo consapevole"

Trackbacks

  1. Risparmiare in cucina | SalvaRisparmio

SCRIVI UN COMMENTO

*

Feed RSS