Risparmio: investire in azioni?

Pubblicato da il 24/03/2014 in risparmio - 2 Commenti

In precedenti articoli ci siamo occupati di analizzare conto deposito, Titoli di Stato, conto corrente e obbligazioni come alcuni degli strumenti da utilizzare per investire il proprio risparmio.

E le azioni? Possono essere prese in considerazione in particolare dagli investitori che sono disposti ad assumersi un livello di rischio superiore rispetto alle soluzioni precedenti

Quali sono le caratteristiche e vantaggi di questa tipologia di titolo? Vediamo alcuni di seguito.

  • Solitamente chi investe in azioni ricerca titoli con un alto rendimento e/o società che hanno la capacità di aumentare il proprio dividendo nel tempo. Ne è un esempio Banca IFIS la cui azione è cresciuta nell’ultimo anno del +112,71% arrivando a quota 14,79€ in data odierna
  • I dividendi vengono distribuiti da aziende solide
  • Questa tipologia di investimento dovrebbe proteggere dall’inflazione perché, a differenza delle obbligazioni, potrebbero avere un potenziale aumento del capitale.

Va inoltre ricordato che la tassazione sulle rendite dovrebbe essere elevata al 26%, come abbiamo trattato in un precedente articolo.

Rendimax banner

2 Commenti a "Risparmio: investire in azioni?"

  1. Enrico 20/05/2014 at 11:42 ·

    Se si vogliono investire piccole cifre è veramente difficile. Ormai le commissioni della banche son veramente alte e l’importo minimo per sperare di guadagnarci qualcosina è 1000 euro… Salvo casi eccezionali di guadagni del 50-100%, ma investire in aziende solide e stabili porta pochi guadagni

  2. Redazione 20/05/2014 at 11:55 ·

    Grazie Enrico per il tuo contributo. E voi, cosa ne pensate?

SCRIVI UN COMMENTO

Feed RSS