Scuola digitale: come risparmiare

Pubblicato da il 01/07/2013 in risparmio - 1 Commento
ebook

Per molte famiglie è tempo di pensare alle vacanze ma anche alla possibilità di risparmiare sull’acquisto dei libri di testo per il prossimo anno scolastico. Oltre alle opportunità relative ai libri usati che affollano la Rete, la rivoluzione digitale introdurrà notevoli cambiamenti.

È infatti in vigore una disposizione del Ministero dell’Istruzione, dell’Università, della Ricerca che prevede che “non possono più essere adottati o mantenuti in adozione testi scolastici esclusivamente cartacei”. L’utilizzo di testi disponibili anche in formato eBook riduce di un terzo la spesa. Un  recente decreto del ministro Profumo ha stabilito che a partire dall’anno scolastico 2014/2015 gli eBook dovrebbero diventare obbligatori. La decisione è accompagnata da una deroga di due anni,  perché numerose scuole non hanno i fondi per dotarsi delle nuove tecnologie.

Per alcuni i vantaggi del digitale sono entusiasmanti e porterebbero ad un risparmio di soldi ed energie: gli studenti potrebbero finalmente dire addio agli zaini che incurvano le loro schiene ed entrare in classe leggeri con un tablet sottobraccio. Per altri l’addio ai libri e l’avvento del mondo digitale ci renderà “ostaggi” del pensiero breve: semplice, concettuale, visivo, ipertestuale e superficiale.

Il decreto Profumo inoltre prevede anche un blocco per i prezzi di copertina: il costo dei libri per l’anno scolastico 2013/2014 resteranno confermati anche per il 2014/2015 e si ridurranno i tetti di spesa per  collegio dei docenti. Ma si calcola che se si riuscissero ad adottare soltanto testi digitali la riduzione arriverebbe al 30%, risparmio che permetterebbe agli istituti scolastici di acquistare tablet, pc e portatili per gli studenti.

Rendimax banner

1 Commento a "Scuola digitale: come risparmiare"

Trackbacks

  1. Decreto scuola: le ultime novità | SalvaRisparmio

SCRIVI UN COMMENTO

*

Feed RSS