Vacanze: come risparmiare sulla casa in affitto

Pubblicato da il 17/07/2015 in risparmio -

Chi non ama essere vincolato agli orari delle strutture alberghiere e mantenere le proprie abitudine domestiche, anche in ferie può scegliere di affittare una casa o un appartamento, senza dimenticare che questa soluzione può anche favorire il risparmio.

Proprio la convenienza sembra dettare la linea delle vacanze estive degli italiani.

Secondo un’indagine Coldiretti/Ixè, per questa estate 2015 il 59% degli italiani ha fissato un budget complessivo per la propria vacanza inferiore ai 500 euro a persona; solo per il 33% delle famiglie la spesa sarà compresa tra i 500 ed i mille euro a testa, per il 3 % si attesterà tra i 1000 ed i 2000, mentre quota 2000 euro sarà superata solo dall’1%. Secondo l’indagine diminuiscono anche le distanze (l’82% dei vacanzieri non lascerà l’Italia), i tempi di permanenza, ma aumenta anche l’attenzione per il tipo di alloggio:  meno di uno italiano in vacanza su tre (31%) ha deciso di passare le ferie in alberghi o pensioni, mentre il 36% ha scelto case o appartamenti di proprietà, di parenti e amici mentre un ulteriore 15% le affitta.

Ma come risparmiare se si vuole trascorrere la propria vacanza in una casa in affitto?

Il web può aiutare, ad esempio valutando il modello della sharing economy: esistono infatti portali che permettono di entrare in contatto con chi affitta una casa o una camera (tra i più celebri, AirBnb o Couchsurfing); poi si può ricorrere ai “classici” siti specializzati in case in affitto o ai siti di couponing, nonchè relative app.

Sia che si utilizzi un sito o che ci si rivolga ad un’agenzia, un altro modo per risparmiare e tutelare il propri conto corrente da spese impreviste, è avere alcune accortezze, ad esempio:

  • verificare tutte le condizioni dell’offerta;
  • fare un controllo di tutte le spese che potrebbero essere escluse dal canone, come la pulizia a fine soggiorno e i consumi delle utenze;
  • essere consapevoli che i turisti hanno dei diritti: è possibile beneficiare della restituzione del canone o del risarcimento per vacanza rovinata se l’appartamento non è più fruibile a causa di un guasto; inoltre, il canone può essere ridotto se durante le ferie l’appartamento viene sottoposto a ristrutturazioni urgenti che durano più di un sesto dell’intera vacanza.
  • verificare se la casa o l’appartamento sono coperti da polizza per incendio e furto, così da evitare spiacevoli conseguenze nel caso si verifichino questi fatti.
Rendimax banner

SCRIVI UN COMMENTO

Feed RSS