Viaggio: 6 diritti se il volo “salta”

Pubblicato da il 18/06/2015 in risparmio -

Il risparmio accuratamente accantonato durante l’anno per godersi il meritato riposo estivo può essere messo a rischio perché si ignorano i propri diritti nel caso in cui, per vari motivi, il volo subisca ritardi, venga cancellato o sia in overbooking.

Il sito dell’Unione Europea ricorda i diritti dei viaggiatori in partenza da un qualsiasi aeroporto dell’UE, oppure che arrivano nell’UE con una compagnia di un paese UE o di Islanda, Norvegia o Svizzera.

Conoscerli può aiutare a non rovinarsi la vacanza e anche a evitare o limitare uscite impreviste dal conto corrente per far fronte agli imprevisti.

Se viene negato l’imbarco, il volo è stato cancellato o semplicemente era in overbooking, il passeggero ha diritto:

  1. a farsi portare alla sua destinazione finale con mezzi alternativi comparabili.
  2. a farsi rimborsare il biglietto e a essere trasportato gratuitamente al tuo punto di partenza iniziale.
  3. se il volo ha un ritardo di 5 ore o più, ha inoltre diritto a un rimborso. Ma attenzione: se si accetta il rimborso, la compagnia aerea non è però tenuta a fornire ulteriori mezzi di trasporto o assistenza.
  4. In base alla durata e al ritardo del volo, ha diritto a pasti e bevande, nonché a servizi di comunicazione (ad esempio telefonate gratuite) e, se necessario, al pernottamento.
  5. In caso di negato imbarco, cancellazione del volo o ritardo superiore alle 3 ore, potrà ricevere una compensazione che varia a seconda della lunghezza del volo e può essere compresa tra i 250-600 euro. E se la compagnia aerea propone un volo alternativo simile a quello prenotato, la compensazione può essere ridotta del 50%.
  6. Se la cancellazione è dovuta a circostanze straordinarie, potrebbe non avere diritto alla compensazione, ma la compagnia aerea deve offrire in ogni caso: il rimborso del biglietto (integrale o della parte non utilizzata), un trasporto alternativo alla destinazione finale alla prima opportunità oppure lo spostamento della prenotazione a una data successiva (in base alle disponibilità).

È bene, però, che in caso di cancellazione del volo non si ha diritto alla compensazione se:

  • la cancellazione è dovuta a circostanze straordinarie, come il maltempo;
  • la cancellazione è stata comunicata 2 settimane prima della data del volo;
  • ti offrono un volo alternativo per la stessa rotta, con condizioni simili al volo originario.
Rendimax banner

SCRIVI UN COMMENTO

Feed RSS