In arrivo i nuovi conti correnti per pensionati e fasce svantaggiate

È prevista per la fine di questa settimana (venerdì 1 giugno) l’entrata in vigore dei nuovi conti correnti bancari base, regolamentati dal decreto Salva Italia 201/2011 e modificati con il decreto Liberalizzazioni 1/2012: si tratterà di conti gratuiti per i pensionati con rendita mensile fino a 1.500 euro e per le fasce sociali svantaggiate (Isee – Indicatore della Situazione Economica – fino a 7.500 euro l’anno).

Il conto corrente base non consentirà il rilascio di un fido e godrà di un’operatività limitata (non è previsto il libretto degli assegni, né la possibilità di trasferire denaro o avere un conto titoli collegato), ma potrà essere scelto anche da chi non rientra nella fascia svantaggiata, purché paghi il bollo di 34,20 euro  e un canone annuo minimo. Restano ferme in ogni caso le caratteristiche di rendimento nullo e limitata operatività.

Inoltre, se dal conto per i pensionati sarà possibile prelevare gratuitamente anche dai bancomat di banche differenti dalla propria, per le fasce svantaggiate sono invece a pagamento anche tutti i bonifici effettuati.

Altra importante novità introdotta da questo nuovo tipo di conto è che non sarà più necessario pagare la commissione (spesso onerosa) sullo scoperto, fino a 500 euro di rosso per 7 giorni consecutivi a trimestre.

Nonostante ciò, i dati riportati da CorrierEconomia non sembrano troppo incoraggianti: gli interessi passivi applicati dalle banche a chi va in rosso sono saliti di quasi 3 punti percentuali rispetto ad un anno fa (17,4% contro il 14,6% del 2011), mentre il rendimento dei conti corrente resta tendente allo zero; per guadagnare un euro netto, infatti, bisogna lasciarne depositati 70.000.

Alcune banche, però, stanno promuovendo conti correnti gratuiti accessibili a tutti, in certi casi con una particolare attenzione al rendimento: Banca IFIS, ad esempio, ha in progetto di lanciare un vero e proprio conto corrente online, con tutta l’operatività bancaria tradizionale, ma costruito sulla base delle esigenze degli stessi utenti, grazie ad un sondaggio sui suoi canali social e sul sito.