Novità sull’imposta di bollo: conto corrente e conto deposito

La circolare 15/E del 10 maggio 2013 dell’Agenzia delle Entrate ha fornito ulteriori chiarimenti in merito alla mini-patrimoniale su prodotti finanziari.

La circolare puntualizza che l’imposta di bollo dello 0,15% va applicata su tutte le giacenze vincolate, cioè quelle “per le quali il cliente perde la disponibilità fintanto che permane il vincolo”.

  • La Banca d’Italia precisa che l’imposta di bollo deve essere applicata nella misura fissa prevista dall’articolo 13, comma 2-bis, pari ad euro 34,20 per le giacenze medie annue superiori a 5mila euro, per i depositi che costituiscono la provvista di un rapporto di conto corrente.
  • In caso di depositi in conto corrente, la cui funzione principale non sia quella di fornire una provvista al conto, l’imposta deve essere applicata invece nella forma proporzionale, prevista dall’articolo 13, comma 2-ter. Per il conto deposito, polizze e conti titoli si pagherà lo 0,15% della somma depositata.