La BCE azzera i tassi di interesse

Giovedì 4 settembre, con una mossa a sorpresa, Mario Draghi, Presidente della Banca centrale europea (BCE), ha comunicato la riduzione dei tassi allo 0,05% dal precedente 0,15%.
In questo modo, il costo del denaro in Europa tocca il “limite più basso, arrivati al quale non sono più possibili aggiustamenti tecnici”, ha spiegato Draghi.
Nello stesso tempo, la BCE ha anche ridotto il tasso sui depositi delle banche commerciali presso la banca centrale da -0,1% a -0,2%, con lo scopo di favorire l’erogazione di credito bancario a favore di imprese e famiglie, disincentivando i depositi presso la BCE.