Entrate e uscite del bilancio familiare

Nella primo articolo introduciamo le tematiche del bilancio familiare e delle principali entrate e uscite che lo compongono. Accanto all’elenco delle più rilevanti, vengono proposti alcuni utili esempi che permettono di comprendere al meglio l’entità di alcune spese apparentemente minime ma da monitorare con attenzione.

Un esempio è quello dei costi legati all’automobile. I più evidenti sono legati al consumo di carburante e all’assicurazione, ma devono essere considerate con attenzione anche le voci di manutenzione ordinaria e straordinaria, i lubrificanti, il bollo e le spese per piccoli incidenti.

Attenzione va data anche al calcolo delle entrate. Ad esempio, quando andiamo a conteggiare il reddito mensile è bene fare riferimento a un valore di reddito medio, calcolato distribuendo su più mensilità i vari premi, mensilità aggiuntive, pensioni, rendite finanziare e canoni di affitto.

Tra le uscite le voci più rilevanti sono quelle legate alla spesa per l’alimentazione, alla casa, alla sanità, all’istruzione, all’abbigliamento, alla cura della persona, alle utenze, alla comunicazione e ad altri finanziamenti attivi.

Nella prossimo articolo continueremo a parlare di bilancio familiare con attenzione alla differenza con la situazione di cassa e evidenziando i principali valori Istat legati a entrate e uscite.