Crisi da sovraindebitamento: confronto tra leggi USA e Europa

Pubblicato da il 04/05/2015 in news, Uncategorized -

Lo stato americano è riuscito per primo, prendendo esempio dalle legge fallimentari applicate alle società, ad introdurre nel sistema normativo delle procedure concorsuali legate anche alle persone fisiche. L’America è stata infatti il primo paese ad introdurre il cosiddetto piano di sovraidebitamento, che permette al debitore di riuscire a ripagare i propri debiti attraverso il piano del consumatore oppure tramite un accordo con tutti i creditori per poter procedere alla liquidazione dell’attivo.

Lo Stato italiano, su questa tematica, è in ritardo rispetto anche ad altri paesi della comunità europea, come la Francia e la Spagna in cui processi simili a quelli presenti in America sono già da tempo in vigore ed in uso con esiti anche molto positivi.

 

Il legislatore italiano, come così quello americano, si è soffermato su due aspetti fondamentali di questa crisi di sovraindebitamento:

  • merito: il debitore consumatore deve dare sempre e costantemente prova al giudice e agli organi della composizione della crisi (O.C.C.) della sua reale volontà di volersi esdebitare, cioè di voler porre fine a questa situazione debitoria;
  • principio dell’esdebitazione: una volta ottenuta l’esdebitazione, il debitore deve capire da sé gli errori fatti e ciò che lo hanno portato ad una situazione economica non più favorevole.

Da questi due modelli la crisi di sovraindebitamento e la meritocrazia nell’accedere alla forma di sovraindebitamento hanno portato il legislatore italiano a copiare il modello statunitense.

In Italia non ci sono ancora dati precisi circa l’esito positivo di queste nuove procedure concorsuali create per il consumatore debitore. Naturalmente, il legislatore italiano, spera che questa nuova introduzione possa migliorare il merito creditizio del debitore consumatore e possa migliorare anche la responsabilità che il consumatore debitore ha il rispetto all’accesso al credito stesso.

rendimax assicurazioni banner

SCRIVI UN COMMENTO

Premendo il pulsante di invio dichiaro di aver preso visione delle Web Privacy Policy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679. I dati personali forniti saranno acquisiti da Banca IFIS S.p.A. che li tratterà, in qualità di Titolare, esclusivamente per adempiere alla richiesta.

Feed RSS