Dichiarazione dei redditi 2020: cosa detrarre dal 730?

Come ogni anno, è arrivato il periodo di pensare alla dichiarazione dei redditi 2020, ma l’emergenza Covid-19 ha fatto slittare i termini per la presentazione dal 23 luglio, al 30 settembre 2020. Questa data è valida per chi presenta il modello 730 compilandolo da solo, e anche per chi si avvale dell’assistenza fiscale, come quella prestata dai Caf. Per la gestione dell’economia familiare, la dichiarazione dei redditi 2020 è un momento importante per stabilire quali spese si possono detrarre, ovvero cosa può essere sottratto direttamente dalle imposte da pagare. Il modello 730 infatti – che sia ordinario o precompilato – consente di ottenere sconti fiscali su una serie di spese sostenute dal contribuente per sé e per i familiari a carico.

 

Spese detraibili relative alla casa:

 

  • Per chi ha acceso un mutuo, è prevista una detrazione del 19% sugli interessi passivi pagati, fino a un massimo di 4mila euro per l’acquisto.
  • Chi invece ha un’abitazione in affitto, può contare su una detrazione di 300 euro, se il reddito complessivo non supera 15.494 euro e di 150 euro se il reddito complessivo è compreso tra 15.494 e 30.987 euro.
  • Gli inquilini di età compresa tra 20 e 30 anni che si trasferiscono dall’abitazione principale dei genitori, per i primi 3 anni hanno diritto a una detrazione di 992 euro, se il reddito complessivo non supera 15.494 euro.

 

Nella dichiarazione dei redditi 2020 si possono inserire anche le spese effettuate per il proprio immobile:

  • Recupero edilizio: è possibile detrarre il 50% delle spese sostenute per la ristrutturazione, su una somma massima di 96mila euro. La detrazione può arrivare all’80% se la ristrutturazione riduce il rischio sismico.
  • Risparmio energetico: si può detrarre il 50 o il 65% delle spese sostenute per l’efficientamento energetico del proprio immobile. Il tetto massimo dipende dal tipo di intervento che si effettua.
  • Bonus mobili: per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici è prevista una detrazione del 50% delle spese sostenute, fino a un massimo di 10mila euro.
  • Bonus Verde: detrazione del 36% su una spesa massima di 5mila euro per lavori di ristrutturazione di giardini e spazi verdi di balconi terrazzi condominiali e privati.

 

Spese detraibili per l’istruzione:

Il modello 730 per la dichiarazione dei redditi 2020 prevede la detrazione anche per:

  • Rette asili nido pubblici o privati: pari al 19% su un importo massimo di 632 euro per ogni figlio.
  • Detrazione del 19% per le spese sostenute per la frequenza di scuole dell’infanzia, primarie e secondarie, per un importo di 800 euro per ogni figlio.
  • Università: detrazione del 19% sulle spese di frequenza dei corsi di laurea o perfezionamento sull’intero importo per le università statali e su un importo definito dal MIUR per gli istituti non statali.

 

Spese detraibili per le attività sportive:

  • si può detrarre il 19% su una spesa massima di 210 euro per ogni figlio che pratica sport, di età compresa tra i 5 e i 18 anni.

 

Spese sanitarie e veterinarie:

  • Per spese superiori a 129.11 euro, detrazione del 19% relative a farmaci, ticket, degenze ospedaliere, prestazioni specialistiche o chirurgiche, analisi cliniche, cure termali e dispositivi medici, compresi occhiali e lenti da vista. Anche per le spese veterinarie con la dichiarazione dei redditi 2020 è possibile detrarre il 19% sulle spese comprese tra 129.11 e 387.34 euro sostenute per la cura di animali da compagnia.

 

Spese assicurative: 

  • Possibilità di detrarre il 19% per i premi pagati per l’assicurazione vita, infortunio, rischio non autosufficienza su un limite massimo di 530 o 1291.14 euro in base al tipo di polizza.