Risparmiare ai tempi del coronavirus: la flessibilità del conto deposito

L’emergenza legata alla diffusione del Covid-19 ha provocato in Italia, come nel resto del mondo, un senso di grande incertezza. Oltre al propagarsi della crisi sanitaria, il coronavirus ha avuto profonde ripercussioni anche sul sistema economico nazionale ed internazionale. Abbiamo già visto come qualche piccola accortezza in fatto di finanza personale possa aiutaci a risparmiare nei momenti di difficoltà. Analizziamo ora come poter concretamente tutelare i nostri risparmi a fronte dell’emergenza sanitaria ed economica in atto. Conto deposito, azioni, obbligazioni: quale strumento scegliere?

A chi affidare i propri risparmi in tempi di crisi?

In un periodo come quello che stiamo vivendo diventa sempre più importante capire a chi affidare i propri risparmi.

Molti italiani stanno vivendo un periodo di allontanamento forzato dal lavoro e percepiscono sussidi che spesso non sono sufficienti a sostenere le spese quotidiane. Un’opzione potrebbe quindi essere quella di investire una parte dei propri risparmi, ma bisogna tenere conto della volatilità dei mercati azionari.

Le strategie politiche ed economiche che i diversi paesi stanno mettendo in atto per fronteggiare la crisi influenzano pesantemente questo scenario. In scia a questo trend si posiziona poi il mercato obbligazionario il quale, di questi tempi, non fornisce un solido rendimento. Cosa fare quindi con i propri risparmi?

Valuta l’apertura di un conto deposito

Il conto deposito permette di accantonare i propri risparmi come se fosse un conto corrente, ma non dispone di strumenti di pagamento quali bancomat, carte di credito o libretto degli assegni. Il conto deposito è pensato esclusivamente per il risparmio.
Una soluzione forse meno flessibile, ma che permette di veder fruttare i propri risparmi. Un conto deposito senza vincoli, ad esempio, ti permette di risparmiare e di avere i tuoi risparmi sempre disponibili e utilizzabili in qualsiasi momento. Diverso il discorso per il conto deposito vincolato: i risparmi saranno bloccati per un dato periodo di tempo, che va comunemente dai 3 mesi ai 5 anni, ma si otterrà una remunerazione per le somme vincolate.

Conto deposito in tempi di crisi: cosa succede?

Il protrarsi della crisi sanitaria ed economica dovuta al Covid-19 pone molti interrogativi. Ci sono rischi nel tenere “parcheggiati” i propri risparmi in un conto deposito? Conviene pensare ad una alternativa?

Per prima cosa, è utile informarsi se la propria banca aderisca o meno al Fondo Interbancario di Tutela dei depositi. Se confermato, tanto il conto corrente quanto il conto deposito saranno garantiti anche nel caso in cui la banca di riferimento dovesse navigare in cattive acque o addirittura fallire. Il Fondo Interbancario di Tutela dei depositi di fatto copre fino a 100.000 euro per depositante, rimborsando in 7 giorni lavorativi le somme eventualmente perse.

A tal proposito è bene precisare che i soggetti creditori sono tutelati dal cosiddetto bail-in bancario: la soglia limite dei 100.000 euro si intende sommando tutti gli strumenti finanziari in suo possesso, come conti, depositi, azioni, obbligazioni e così via. Il limite di 100.000 viene quindi fissato in base al creditore e non al prodotto finanziario.

Conto deposito e emergenza sanitaria: come si stanno comportando gli italiani

L’emergenza sanitaria ha acceso un campanello d’allarme nella mente dei risparmiatori. Nei primi mesi del 2020, secondo l’Osservatorio di ConfrontaConti.it, i risparmiatori hanno cambiato le loro abitudini. In particolare:

  • il 53% ha deciso di vincolare i propri risparmi a breve termine, in un periodo compreso tra i 7 e i 12 mesi;
  • il 13,7% ha scelto depositi con scadenza superiore ai 36 mesi;
  • il 7,4% ha puntato su scadenze comprese tra i 25 e i 36 mesi
  • il 10% si è orientato su durate brevissime, uguali o inferiori a 6 mesi.

Se valutati nel loro complesso, alla luce dell’emergenza sanitaria i risparmiatori hanno un duplice obiettivo: risparmiare, ma allo stesso tempo poter disporre dei propri risparmi in caso di necessità. L’offerta Like di rendimax conto deposito è pensata proprio per questo: il principale vantaggio dell’opzione Like consiste infatti nella libertà di poter richiedere i soldi depositati e di averli a disposizione dopo 33 giorni.