8 possibilità per risparmiare acqua

Pubblicato da il 20/03/2015 in risparmio -

È possibile rispettare una preziosissima risorsa naturale come l’acqua anche nelle piccole e consuete azioni quotidiane? L’argomento è già stato affrontato in questo blog, ma il 22 marzo prossimo si celebra la Giornata Mondiale dell’Acqua, istituita dalle Nazioni Unite nel 1993, e l’occasione è propizia per “rinfrescare la memoria” su quanto già scritto e aggiungere altri accorgimenti.

Il tema del World Water Day 2015 è “Acqua e sviluppo sostenibile” per richiamare l’attenzione, come si legge nel sito ufficiale (unwater.org/worldwaterday), sulle risorse idriche e i servizi che forniscono, alla base della riduzione della povertà, della crescita economica e della sostenibilità ambientale.

Ridurre gli sprechi quotidiani può favorire il risparmio economico ma è, quindi, anche un gesto di rispetto verso una risorsa fondamentale per l’umanità. Si elencano a seguire 8 indicazioni per risparmiare acqua.

  1. Non consumare senza motivo: raccomandazione apparentemente banale, ma sempre utile; quando si fa la barba, si insaponano le mani o i piatti, e in tutti gli altri casi in cui lasciare scorrere l’acqua non è necessario, è bene chiudere i rubinetti.
  2. Riutilizzare: anche l’acqua si può riutilizzare; quella usata per cuocere la pasta può essere usata per sciacquare i piatti prima di metterli in lavastoviglie, quella utilizzata per lavare la verdura per bagnare le piante.
  3. Riflettere sull’uso degli elettrodomestici: lavatrici e lavastoviglie di classe energetica superiore consumano meno; inoltre è bene usarli solo a pieno carico e preferire, se previsti, i programmi di lavaggio ecologici.
  4. Controllare i rubinetti: periodicamente, può essere utile effettuare un controllo del contatore a rubinetti chiusi per capire se ci sono perdite da riparare. Inoltre, si possono ridurre i consumi d’acqua installando rompigetto areati sui rubinetti o erogatori a basso flusso sulla doccia;
  5. Fare attenzione allo scarico del Wc: lo sciacquone tradizionale consuma molta acqua, ma ne esistono a doppio tasto, che permettono un’erogazione differenziata.
  6. Innaffiare il giardino: meglio farlo verso sera, quando l’evaporazione è limitata, e, come si è visto al punto 2, con l’acqua utilizzata per lavare le verdure o quella piovana (raccolta tramite contenitori appositi da posizionare sotto la grondaia).
  7. Lavare l’auto: se si usa un secchio, invece del getto di acqua corrente, si riducono i consumi.
  8. Tenere una bottiglia d’acqua in frigo: d’estate, questo gesto permetterà di avere dell’acqua fresca sempre disponibile, invece di far scorrere a lungo l’acqua del rubinetto per ottenere lo stesso risultato.

rendimax assicurazioni banner

SCRIVI UN COMMENTO

Premendo il pulsante di invio dichiaro di aver preso visione delle Web Privacy Policy ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679. I dati personali forniti saranno acquisiti da Banca IFIS S.p.A. che li tratterà, in qualità di Titolare, esclusivamente per adempiere alla richiesta.

Feed RSS